Poletti, convegno a Porta Futuro. Caso Natuzzi: "Nessuno resterà a piedi"

Il ministro del Lavoro ha partecipato a un incontro sull'occupazione, quindi ha parlato della vertenza riguardante l'azienda pugliese: "Cerchiamo di fare tutte le operazioni di ricollocamento possibili"

"Natuzzi è una lunga storia. Noi abbiamo lavorato molto su questo versante, sull'accordo con la Natuzzi. Abbiamo cercato di mettere in piedi tutti gli strumenti, gli ammortizzatori da un lato e di rilancio dall’altro. Adesso naturalmente continuiamo a seguire queste situazioni, nel Paese ne abbiamo diverse. Il nostro sforzo è di non lasciare nessuno a piedi". A dichiararlo è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine di un converno sull'occupazione organizzato da Comune di Bari e Aci (Alleanza Cooperative Italiane Puglia). Poletti ha parlato della difficile situazione dell'azienda pugliese, per la quale, proprio ieri, è stato annunciato un piano per 330 esuberi: "Cerchiamo di fare tutte le operazioni di ricollocamento possibili - ha proseguito Poletti - tutte le gestioni di transizione che si possono fare all’interno di processi, di piani che consentano di avere imprese capaci di stare sul mercato. Noi dobbiamo fare in modo che ci siano aziende che abbiano un loro mercato e la possibilità di fare bene il loro lavoro. Bisogna fare progetti sostenibili nel tempo e noi cerchiamo, con gli strumenti che abbiamo, di aiutare queste imprese, questi territori a fronteggiare le difficoltà".

Nel corso della visita il ministro ha visitato il job center di 'Porta Futuro', accompagnato, tra gli altri, dal governatore pugliese, Michele Emiliano, e dal sindaco di Bari, Antonio Decaro: “Credo non ci sia luogo migliore di questo per parlare di giovani e giovani imprese - ha dichiarato il primo cittadino -. Oggi abbiamo la possibilità di incrociare tre temi fondamentali per lo sviluppo del nostro territorio: lavoro, imprese e giovani. Tre elementi che troveranno all’interno della ex Manifattura dei Tabacchi un punto di riferimento importante con l’apertura di Porta Futuro 2, l'incubatore d'impresa in cui vogliamo generare sinergie attraverso l’incrocio di questi fattori con i soggetti che troveranno spazio in questo edificio, primo tra tutti il CNR dell’area metropolitana di Bari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento