Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Residenze universitarie ancora chiuse e diritto allo studio ai tempi del covid, la protesta degli studenti a Bari

Sit-in davanti alla sede dell'Agenzia regionale. In una lettera alla Regione e ad Adisu gli studenti e le studentesse chiedono di essere ascoltati e di ricevere risposte concrete

Un gruppo di studenti ha protestato, stamane, davanti alla sede di Adisu Puglia, a Bari, per chiedere risposte alla crisi "implosa durante questa fase emergenziale" legata all'epidemia di covid-19 con importanti conseguenze che hanno limitato e ostacolato il nostro percorso universitario, tra cui la chiusura delle residenze per studenti e la mancanza di fruizione dei servizi senza ricevere rimporsi.

In una lettera alla Regione Puglia e all'Adisu regionale gli studenti e le studentesse chiedono di essere ascoltati e di ricevere risposte concrete: “Lo scorso Lunedì abbiamo voluto riunirci in un’assemblea aperta a tutti per poterci organizzare e farci sentire dagli enti rappresentativi del diritto allo studio universitario. Eravamo in 150 tra studenti e studentesse - commenta Vanessa Riela di Link Bari - all’assemblea aperta online sul diritto allo studio che si è svolta lo scorso Mercoledì. Diversi sono i problemi che oggi abbiamo voluto porre all’attenzione delle istituzioni: dall’’impossibilità di rientrare nelle proprie residenze alle difficoltà economiche che attanagliano la vita di moltissimi e moltissime di noi vista la crisi economica implosa con lo scoppio della pandemia globale e che mette molte famiglie alle strette non potendosi permettere di pagare le tasse universitarie e l’affitto dei propri figli che studiano all’università o semplicemente l’acquisto di digital device. Cara Adisu Puglia, cara Regione Puglia è arrivata l’ora di fare chiarezza: erogateci il contributo di 500 euro per l'acquisto di strumenti digitali e ascoltate quelle che sono le nostre necessità. Studiare non è un merito, è un diritto! Tuteliamo e tutelatelo”.

Tra le risposte attese anche quella sulla riapertura delle residenze Adisu per gli universitari: "Stiamo protestando ormai da settimane - afferma l'Associazione Studenti Renato dell'Andro, struttura del quartiere Poggiofranco di Bari - contro le istituzioni che non ci permettono di far rientro presso le residenze universitarie. Queste sono un elemento fondamentale del diritto allo studio, soprattutto in questa situazione, in quanto darebbero la possibilità di poter partecipare alla didattica a distanza a molti ragazzi ormai esclusi da mesi. Inoltre, tornando nelle residenze universitarie, tutti potremmo godere di spazi più adeguati allo studio, che sicuramente richiede circostanze diverse dallo studio che si svolge durante le scuole di secondo grado. Con tutti i componenti della famiglia in casa è impossibile avere una stanza tranquilla in cui poter preparare gli esami universitari in tutta serenità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Residenze universitarie ancora chiuse e diritto allo studio ai tempi del covid, la protesta degli studenti a Bari

BariToday è in caricamento