Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Libertà

Emergenza sicurezza al quartiere Libertà, la Circoscrizione organizza un corteo

Giovedì prossimo il corteo "Il Libertà in sicurezza", organizzato dal presidente dell'ottava Circoscrizione Dino Tartarino e dall'assessore provinciale Sergio Fanelli insieme ad alcune associazioni del quartiere. Ma è polemica sul presunto stampo "neofascista" del corteo

Un corteo di cittadini per le strade del quartiere Libertà per richiamare l'attenzione pubblica sui numerosi episodi di cronaca nera che si sono susseguiti in queste settimane, spingendo i residenti ad interrogarsi sulla sicurezza del proprio quartiere. E' questo il senso della manifestazione "Il Libertà in Sicurezza" organizzata per il prossimo 7 luglio dall'associazione civica "Stella del Sud" e dai rappresentanti istituzionali del territorio, l'assessore provinciale Sergio Fanelli e il presidente dell'ottava Circoscrizione Dino Tartarino.

Nelle scorse settimane il quartiere è stato teatro di ripetuti fatti di cronaca, tra cui il fallito agguato ad un pregiudicato della zona nella notte tra il 18 e 19 giugno, in seguito al quale furono rafforzati i controlli delle forze dell'ordine del quartiere, portando ad alcuni importanti sequestri di armi e arresti, ma anche di alcune risse tra extracomunitari.

L'annuncio della manifestazione di giovedì prossimo è stato tuttavia accompagnato da polemiche. Su Facebook il sindaco Emiliano ha scritto di essere d'accordo con l'iniziativa di "garbata ma evidente polemica con il Ministro dell'Interno e con il Prefetto di Bari (ancora non nominato) per le gravi inadempienze nel contrasto della malavita organizzata nei numerosi luoghi a rischio del quartiere", ma ha anche specificato che non parteciperà se al corteo dovessero essere presenti persone "denunciate per pestaggio". Il riferimento è alla presenza, tra gli organizzatori della manifestazione, di alcune associazioni vicine all'area politica di estrema destra come "La Salamandra", che sarebbe stata coinvolta in un episodio di violenza avvenuto durante la Notte bianca, sul quale la Polizia sta indagando per accertare eventuali responsabilità.

Ma ad essere attaccato da alcuni cittadini su Facebook è stato anche il presunto marchio "xenofobo" della manifestazione, esplicitato, secondo alcuni, dalla foto scelta per la locandina dell'evento, che si riferisce ad una violenta rissa tra extracomunitari avvenuta pochi giorni fa nel quartiere. Un'ipotesi categoricamente smentita a mezzo Facebbok da uno degli organizzatori dell'evento, che chiarisce: "Il corteo è per sensibilizzare la legalità e per il rispetto delle leggi; che sia italiano o immigrato la legge è uguale per tutti [...]ultima cosa: Leggete bene le associazioni di cittadini attivi, parrocchie e gente comune che aderiscono prima di esprimere giudizi affrettati. grazie".

A respingere qualsiasi accusa di razzismo è lo stesso presidente dell'ottava circoscrizione, Leonardo Tartarino: "Noi abbiamo preso spunto dall'ultimo fatto di cronaca che è stata una rissa tra due nigeriani - ha spiegato Tartarino raggiunto telefonicamente da BariToday - ma è altrettanto vero che nel quartiere ci sono molti altri circoli privati, dove non ci sono immigrati e dove succedono ugualmente episodi incresciosi che metteono a rischio i cittadini onesti. Noi vogliamo intervenire prima che qualche innocente rimanga coinvolto in questi episodi, e che poi ci si dica che non abbiamo fatto nulla per proteggere i residenti".

E sulla contestata partecipazione di alcune associazioni di estrema destra il presidente dell'ottava circoscrizione chiarisce: "L'invito a partecipare alla manifestazione è stato esteso a tutte le associazioni del quartiere, ma solo alcune hanno aderito". "Questa - precisa Tartarino -  non vuol essere una manifestazione politica, sarà un corteo assolutamente pacifico di cittadini che chiedono alle autorità una maggiore attenzione e una maggiore presenza delle forze dell'ordine sul territorio. E' impensabile che un quartiere popoloso come il Libertà abbia come stazione dei carabinieri di riferimento quella in via Tanzi, al Madonnella. Ci sono tanti edifici che potrebbero essere recuperati a questo scopo, e vedere il carabiniere o il poliziotto che gira nel quartiere sicuramente aiuterebbe i cittadini a sentirsi più tranquilli."

La manifestazione partira' alle 18 di giovedì 7 luglio dalla sede della circoscrizione in via Trevisani e snoderà per Via A.Gimma,Via Manzoni,Via Putignani,Via Sag.Visconti,Largo Nitti-Valentini,C.so Vitt.Emanuele e si chiudera' in Piazza Libertà sotto la sede della Prefettura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sicurezza al quartiere Libertà, la Circoscrizione organizza un corteo

BariToday è in caricamento