Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

La vittima era sposata con la sorella dell'esponente dello storico clan criminale. Gli inquirenti temono l'accendersi delle tensioni tra le varie ramificazioni del gruppo

Immagine di repertorio

Michele Ranieri, freddato lo scorso 11 settembre nel quartiere San Pio di Bari, dopo una sparatoria in via della Lealtà, era il cognato di Vincenzo Strisciuglio, ritenuto tra gli esponenti dell'omonimo clan, attualmente in stato di libertà a differenza dei fratelli Gino e Domenico, detenuti. La notizia è riportata du Repubblica-Bari. Ranieri era sposato con la sorella della moglie di Strisciuglio e l'omicidio potrebbe aizzare nuovamente la lotta tra i clan della città. E' su questo che la Squadra Mobile di Bari, coordinata dal pm Lidia Giorgio, sta cercando di far luce per verificare lo stato degli equilibri tra i vari gruppi che compongono il clan ramificandolo nei quartieri cittadini. dopo il delitto compiuto con 8 colpi di pistola che hanno uccido il 39enne originario di Carbonara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento