Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Stadio San Nicola, il Comune dice sì al Bari: "Utilizzabile per la prossima stagione"

Con una nota, l'Amministrazione cittadina ha messo a disposizione l'impianto in vista del nuovo campionato di Serie B

Il Comune di Bari ha ufficializzato la disponibilità all'utilizzo dello Stadio San Nicola da parte della Fc Bari 1908 per la stagione sportiva 2017-2018: il sì, inviato da Palazzo di Città all'amministratore unico della società, Cosmo Antonio Giancaspro, era fondamentale per l'iscrizione al prossimo campionato di Serie B del club biancorosso, obbligato, dai regolamenti, a indicare un impianto dove disputare le partite casalinghe.

Serviva un'ulteriore placet, infatti, per superare il problema della proroga annuale alla convenzione per l'utilizzo dell'astronave che sarebbe scaduta a fine mese. Il parere favorevole avviene, afferma Palazzo di Città, "nelle more della definizione della procedura aperta per la concessione pluriennale" dello stadio, su cui, in questi giorni, c'è un confronto tra proprietà del club e Comune: la prima ha presentato uno studio di fattibilità per una ristrutturazione radicale dell'impianto, intendendo così andare molto oltre il termine di 5 anni previsto nel bando di concessione, puntando a un accordo a lungo termine.

E' necessario, però, prima superare alcuni passaggi tecnici e politici, tra cui un pronunciamento del Consiglio comunale, al quale Giancaspro potrebbe presentarsi personalmente per spiegare il progetto. Secondo Palazzo di Città, al momento, le carte presentate non sarebbero sufficienti e, per questa ragione, ha richiesto una documentazione più approfondita, tra cui uno studio di fattibilità, un piano economico e l'indicazione dei soggetti proponenti.

LE POSIZIONI ALL'INTERNO DEL CONSIGLIO COMUNALE - Non si sono fatte attendere le reazioni da parte di esponenti dell'opposizione e della maggioranza in Aula Dalfino. Per la consigliera Irma Melini (Misto - Scelgo Bari) "la proroga della concessione dello Stadio San Nicola e dell'Antistadio non può andare oltre il 30 giugno 2017; così si espresse il Consiglio comunale con la delibera del 29 giugno 2016, decidendo contestualmente (il giorno dopo) di dare mandato agli uffici per predisporre la gara per la esternalizzazione della gestione dello stadio. Un anno dopo posso affermare che questa Amministrazione ha disatteso gli indirizzi dati dalla massima assise cittadina. Infatti, qualora si giungesse realmente alla pubblicazione del bando di gara, la procedura non si concluderebbe mai entro il 30 di giugno. Le conseguenze di questo sarebbero molteplici e portano ad una grande confusione anche per chi ci osserva dall'esterno come i cittadini o la tifoseria". Anche i consiglieri Alfonsino Pisicchio (Iniziativa Democratica) e Salvatore Campanelli (Decaro per Bari), in una lettera, criticano il Piano di gestione quinquennale presentato dall'Assessorato allo Sport: "I dati contenuti  - scrivono - non sono corretti né realistici, non tengono conto delle stime dei costi effettivi di conduzione e di gestione dello stadio (esistenti in presenza di uno storico ultradecennale e quindi assolutamente attendibile). Immaginare che qualcuno possa assumersi oneri e responsabilità di gestione dello stadio, impegnare ingentissime risorse per la manutenzione da ammortizzare in soli 5 anni, significa non essere realistici. Vorremmo che tale situazione finisca e nel contempo non si perpetui la precarietà con le continue proroghe di gestione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio San Nicola, il Comune dice sì al Bari: "Utilizzabile per la prossima stagione"

BariToday è in caricamento