menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esplosione della fabbrica Bruscella, parte l'udienza preliminare per l'unico socio sopravvissuto

Il 59enne Antonio Bruscella sarà ascoltato dal gup del Tribunale di Bari Alessandro Susca. L'esplosione dell'azienda di fuochi d'artificio provocò 10 vittime nel 2015

È partita oggi l'udienza preliminare - celebrata dinanzi al gup del Tribunale di Bari Alessandro Susca - relativa all'esplosione della fabbrica di fuochi d'artificio Bruscella di Modugno, a seguito della quale morirono 10 persone a luglio del 2015. Sul banco degli imputati siede l'unico socio sopravvissuto dell'azienda, il 59enne Antonio Bruscella, accusato di disastro colposo, violazioni di numerose norme relative alla sicurezza sul lavoro, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

Nell'ambito del processo si sono costituiti come parti civili una ventina di persone, tra cui figurano mogli, figli e genitori delle vittime dell'esplosione. L'udienza preliminare per il rinvio a giudizio proseguirà il 14 maggio del prossimo anno, così da formalizzare le costituzioni di parte civile e l'eventuale richiesta di riti alternativi da parte di Bruscella. Tra le vittime dell'esplosione figurano il fratello dell'imputato e il nipote, il cognato, il cugino, uno studente che era lì quel giorno perché stava lavorando ad un sistema elettronico di fuochi musicali, due amici e collaboratori e tre operai.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento