Decaro: “Su via Caldarola possiamo solo rattoppare, quei pini andrebbero sostituiti”

Il consigliere delegato alla Mobilità: "Per quella strada, così come per via Gandhi e via De Gasperi, servono risorse ad hoc di cui oggi non disponiamo. Chi ha piantato quella tipologia di alberi ha sbagliato"

“L’unica cosa che possiamo fare oggi è realizzare un rattoppo che di sicuro non risolverà il problema in modo definitivo, ma permetterà di ripristinare una situazione che altrimenti rischia di diventare davvero pericolosa”. Antonio Decaro interviene sul caso dell’asfalto lesionato su via Caldarola segnalato dalla nostra redazione e che tanta preoccupazione sta suscitando tra automobilisti e residenti.

 “E’ un problema che abbiamo anche su altre strade importanti come via Gandhi e via Alcide De Gasperi, ma per fare un intervento di riassetto completo di queste strade avremmo bisogno di altre risorse rispetto a quelle già stanziate per intervenire su tutti i quartieri di Bari”.

Il consigliere delegato alla Mobilità si riferisce ai lavori per la manutenzione di strade e marciapiedi per i quali il Comune ha deciso di stanziare 2,3 milioni di euro: un appalto suddiviso in 4 lotti e che punta ad intervenire su tutti i quartieri della città. A settembre si è iniziato con il rione murattiano. “Spero che per l’inizio di novembre si possa operare su Japigia, anche lavorando per un rattoppo nei punti di via Caldarola dove l’asfalto appare più danneggiato”.

Alcuni abitanti della zona hanno fatto notare come sia stato inopportuno piantare degli alberi di pino sulla strada. Una valutazione che Decaro, nel 2008 premiato come ambientalista dell’anno,  condivide appieno: “E’ stata una scelta sbagliata perché le radici di quegli alberi tendono a diramarsi per via orizzontale causando danni al manto stradale - spiega -.Ho una sensibilità ambientalista, amo il verde, ma non so se abbia ancora senso lasciare quella tipologia di alberi su quella strada”.

“I danni  iniziano ad essere ingenti – conclude Decaro, quasi certamente candidato sindaco per il dopo Emiliano - . Il verde deve abitare la nostra città, ma va capito in che modo soprattutto evitando di piantare alberi che mal si adeguano alla manutenzione delle strade”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento