menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

H&M in via Sparano verso la chiusura, i sindacati non ci stanno: "Azienda revochi la decisione, subito un confronto"

La Filcams Cgil: "Decisione inaspettata e irrispettosa delle relazioni sindacali, lavoratori avevano già ricevuto indicazioni per la riapertura"

La comunicazione della chiusura dello store H&M in via Sparano, giunta come una doccia fredda per i lavoratori, mette a rischio decine di posti di lavoro. Una decisione, come dicono gli stessi dipendenti, arrivata in maniera improvvisa, quando già invece si guardava alla riapertura dopo il lockdown.

In una nota, la Filcams Cgil "chiede un incontro urgentissimo con Direzione Aziendale H&M per ricevere informazioni corrette e formali inerenti la preannunciata chiusura del punto vendita di H&M BARI". "Le lavoratrici e lavoratori - si legge nella nota - hanno ricevuto nei giorni scorsi indicazioni relative alla riapertura (il 28.04 era prevista la sanificazione della struttura) e al relativo protocollo di sicurezza da adottare per l’emergenza #COVID19 e, successivamente, inaspettata invece è giunta la notizia della volontà aziendale di non riaprire più il punto vendita tramite una Call Conference. La comunicazione - evidenzia la Cgil - è totalmente irrispettosa delle relazioni sindacali, oltretutto la copertura di ammortizzatori sociali utilizzati e concordati con le Organizzazioni Sindacali Nazionali messi a disposizione dallo Stato Italiano per le 9 settimane previste dal decreto, e le normative in vigore relative al blocco dei licenziamenti collettivi, non lasciavano immaginare un esito così nefasto. I lavoratori convocati non si aspettavano una comunicazione del genere, ciò evidenzia, in particolare lo scarso rispetto nei confronti dei lavoratori, che in questa fase di forte difficoltà causata dall'emergenza Covid19 sono bloccati in casa e costretti a subire impotenti una comunicazione in Call Conference. Ci permettiamo di valutare la scelta aziendale come azzardata infatti, con pochissime ore dalla comunicazione nazionale relativa alla chiusura di 7 punti vendita in Italia inseriscono anche Bari via Sparano nella lista delle chiusure. Pensiamo che la struttura del punto vendita per la sua ampiezza, per la posizione strategica e il suo fatturato, ma soprattutto anche per il numero di dipendenti impiegati, meriti una riflessione più approfondita, chiediamo il coinvolgimento di tutti, per evitare ancora una volta che gli unici a pagare la crisi e le scelte aziendali siano esclusivamente i lavoratori. Auspichiamo che lo sgomento dei lavoratori e della cittadinanza barese affezionata allo storico punto vendita, possa costituire un input aggiuntivo alla decisione aziendale, magari ricercando un nuovo approccio alla crisi, pertanto chiediamo a H&M di revocare “formalmente” l’ipotetica chiusura".

Una richiesta di un incontro in modalità videoconferenza è stata inoltrata all'azienda anche dalla Uiltucs Puglia: la riunione potrebbe tenersi martedì. "Dinanzi a una chiusura, lo scenario che si prospetta è drammatico. C'è bisogno di un confronto al più presto", ha dichiarato ieri a BariToday Miriam Ruta, segretario Fisascat Cisl Bari. 

(foto di repertorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento