Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Comune, approvata la manovra tributaria 2014

Via libera della giunta al documento che indica le linee guida per i tributi locali della città di Bari. Ecco le informazioni rese note dal Comune

Le imposte che i cittadini dovranno versare sono sostanzialmente tre: IMU- TASI- TARI, che compongono nel loro insieme la IUC (Imposta Unica Comunale).

IMU

La manovra 2014, per la parte relativa all’imposta municipale propria ricalca prevalentemente quanto previsto lo scorso anno. In linea con quanto disposto dal Governo, in merito alle recenti agevolazioni fiscali della cedolare secca (riduzione dal 15 al 10% dell’aliquota fiscale fissa ai fini Irpef),  sono state confermate le aliquote agevolate del 4 per mille in favore degli immobili locati ai sensi della L. 431/98 (studenti e canone concordato).

La novità introdotta quest’anno è rappresentata dalla riduzione dell’aliquota dal 10,6‰ al 7,6‰ in favore degli immobili compresi nella categoria catastale D3 (teatri, cinema, sale per concerti, sale per spettacoli dal vivo), dotati di opportuna licenza di pubblico spettacolo, rispetto ai quali è possibile dimostrare lo svolgimento di attività nel corso dell’intero anno d’imposta. Questo per la precisa intenzione di favorire lo sviluppo e la produzione di eventi culturali.

Infine, è stata prevista l’aliquota del 6‰ per gli immobili di pregio di categoria catastale A1, A8 e A9.

TARI

La TARI sostituisce la TARES.

I criteri per la determinazione delle tariffe sono pressochè identici a quelli adottati per la TARES del 2013, pertanto le stesse risultano sostanzialmente immutate rispetto a quelle deliberate dal Consiglio comunale nel 2013, e sono nettamente più basse di quelle medie, rilevate sia a livello nazionale che regionale (Studi Confcommercio e Sole 24 Ore su dati REF Ricerche).

Alla luce di ciò, i cittadini, le imprese e i professionisti, riceveranno gli avvisi di pagamento  a partire dal prossimo ottobre, con importi sostanzialmente simili a quelli del 2013.

Il pagamento è previsto in un’unica soluzione entro il 16 ottobre, oppure in 4 rate bimestrali a partire da tale data (e quindi 16 ottobre, 16 dicembre, 16 febbraio e 16 aprile). Sono state confermate le esenzioni del 2013 e da quest’anno è stata prevista l’esenzione anche per le famiglie numerose, sei o più componenti, che abbiano un reddito, secondo il valore ISEE, non superiore a 25.000 euro.

TASI

Il nuovo tributo imposto dallo Stato è destinato alla partecipazione del finanziamento dei servizi indivisibili comunali (pubblica illuminazione, manutenzione strade, anagrafe, polizia municipale, etc,) i cui costi per il Comune di Bari sono complessivamente pari a 60.000.000,00 di euro.

A fronte del taglio dei trasferimenti statali, il minor gettito per l’esenzione IMU degli immobili adibiti a abitazione principale sarà coperto con la TASI per un importo complessivo, pari a 34.000.000,00 di euro, applicando un’aliquota pari al 3,3 per mille.

La TASI sarà applicata solo sulla prima casa e non interesserà gli immobili commerciali e produttivi.

Il Comune di Bari è l’unico comune d’Italia che ha previsto forme di esenzione e di detrazione tenendo conto del reddito ISEE e non la rendita catastale, tenendo conto della reale condizione socio- economica del nucleo famigliare.

È stata introdotta l’esenzione totale per i soggetti con reddito ISEE non superiore a 10.000,00 euro e una detrazione fino ad un massimo di 100,00 euro se il reddito non supera i 15.000,00 euro.

Per godere di tali esenzioni/agevolazioni, come stabilito lo scorso anno per la Tares, i contribuenti interessati dovranno recarsi ai CAF convenzionati per la predisposizione e presentazione, in via telematica, sia delle relative istanze che della documentazione.

Il pagamento è previsto in un’unica soluzione entro il 16 dicembre.

ALTRE IMPOSTE E TASSE

Restano uguali tutte le altre imposte e tasse comunali (Imposta Comunale Pubblicità, Addizionale Irpef, Tassa Occupazione Suolo Pubblico) rispetto alle aliquote/tariffe deliberate nel 2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, approvata la manovra tributaria 2014

BariToday è in caricamento