Economia

Distretto del salotto: il governo firmi l'accordo di programma

I lavoratori del distretto del mobile imbottito oggi in prefettura per chiedere un incontro con il Ministro dello sviluppo Economico per far fronte alla crisi del settore

Una risposta dal governo centrale, questo è quello che chiedono i sindacati e i lavoratori del settore del mobile imbottito che si sono dati appuntamento oggi nel palazzo della Prefettura a Bari. Una colonna di macchine addobbate con le bandiere dei sindacati, partita da Ginosa,  si è presentata oggi nella piazza accompagnati dalle autorità locali dei paesi del murgiano che hanno visto negli anni chiudere oltre 400 aziende del settore.  Intorno al tavolo erano presenti il vice prefetto De Girolamo, il presidente del consiglio regionale Onofrio Introna, i sindaci di Bari, Ginosa, Laterza, Gravina Altamura e Santeramo e le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil.    


“La richiesta è quella di un intervento da parte del Ministero dello Sviluppo Economico che avvenga in tempi rapidi – spiega Salvatore Bevilacqua il segretario regionale Feneal Uil  a Baritoday – Quello che chiediamo è la sottoscrizione dell'accordo di programma 'Murgia' con il quale sarebbe possibile sostenere e rilanciare il distretto del salotto e di conseguenza i paesi della zona colpiti dalla crisi”.


“C'è bisogno di un incontro con il ministro, che da troppo tempo ormai ci sta facendo attendere – ha continuato -  Era previsto un incontro già a Febbraio, ma il ministro Passera ci disse doveva essere tutto rinviato a causa di un riordino complessivo. Da allora sono passati sei mesi e ancora quest'incontro non è avvenuto.  Questa è una crisi che coinvolge molte più persone del caso di Termini Imerese di cui si parla tanto sui giornali.  Dal 2006 si sono persi circa 80mila posti di lavoro e l'ironia è che proprio in questi giorni cercano 80mila addetti nel settore salottiero in Lombardia”.  


Proprio per questo i sindacati sostengono che l'intervento del ministero sarebbe utile a rilanciare il settore e le aziende murgiane. Con l'accordo di programma si dovrebbero infatti sbloccare un totale di 40 milioni che andrebbero ad aggiungersi ai 40 milioni che le Regioni Puglia e Basilicata hanno già da tempo messo a disposizione. Un appello che è stato fatto proprio anche con la prefettura di Bari e di Matera che si sono impegnate in giornate ad inviare un documento per ottenere l'impegno da parte del Ministero ad un incontro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto del salotto: il governo firmi l'accordo di programma

BariToday è in caricamento