menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fallimento Mercatone Uno, boccata d'ossigeno per i 100 lavoratori nel Barese: prorogata la cassa integrazione

L'ammortizzatore sociale è stato garantito dal Ministero del lavoro fino a fine maggio prossimo. "Nessuna ricollocazione per i negozi pugliesi" ricordano da Filcams Cgil

Arriva la proroga della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori di Mercatone Uno. Una buona notizia per gli ex impiegati del colosso dell'arredamento fallito lo scorso anno: l'ok è arrivato ieri dal Ministero del lavoro, come spiegano dal sindacato Filcams Cgil, e permetterà di ricevere gli ammortizzatori sociali fino al 23 maggio prossimo.

Il futuro dei lavoratori

Una boccata di ossigeno anche per i sindacati, che ora dovranno capire come ricollocare i 100 lavoratori dei due negozi di Bari e Terlizzi."Nello specifico i negozi della Puglia, in particolare quello di Bari, non avranno alcuna possibilità di ricollocazione - ricorda Barbara Neglia, segretaria generale della Filcams CGIL Puglia - vista  anche la riconsegna delle chiavi dell'immobile alla società proprietaria dei locali. Diventa necessario  intervenire sulle istituzioni locali per trovare soluzioni nell'immediato. I lavoratori e le lavoratrici sono allo stremo delle forze e una possibile loro ricollocazione nel mondo del lavoro diventa ogni giorno più lontana. Abbiamo necessità di risposte certe, di opportunità ma reali. Ritengo che sia finito il tempo dei proclami. Mercatone Uno come Auchan Conad hanno la necessità dell'attenzione del governo regionale".

Neanche il decreto Milleproroghe di fine anno, come ricordano dal sindacato, darà nell'immediato  respiro ai lavoratori (decreto che riconosceva in via straordinaria il riconoscimento della Cigs ai parametri contrattuali prima della vendita a Shernon). "Occorrerà ora verificare con Inps come precedere al recupero del credito, ma per il 2020 il decreto non è attuativo e quindi ci piacerebbe capire se sarà prevista una proroga" conclude Neglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento