social

"Aiutaci a ripartire, ci serve un nuovo trattore", dopo il furto l'appello della cooperativa 'Semi di vita': parte la raccolta fondi

Per potere portare avanti il loro progetto di agricoltura sociale 'Semi di Vita' ha bisogno di riacquistare il trattore che gli è stato rubato: è un mezzo fondamentale per il lavoro in cooperativa e per la riqualificazione agricola dei terreni

"Non vogliamo interrompere il nostro sogno. Ci hanno rubato il trattore nuovo. Non può essere questo il motivo per fermarsi: aiutaci a ricomprarlo e a popolare il pollaio che nascerà sui terreni confiscati alla mafia in nostra gestione". E' la Cooperativa sociale 'Semi di Vita', da anni impegnata in progetti di agricoltura biologica e rigenerazione urbana sui terreni confiscati alle mafie, che con un appello su Fb lancia così una raccolta fondi finalizzata all'acquisto di un nuovo trattore.

Il macchinario, acquistato da poco dalla cooperativa, è stato rubato il 12 maggio, provocando un danno economico, morale e lavorativo inestimabile. Doveva essere utilizzarlo per lavorare i 26 ettari di terreno confiscati alla mafia nel territorio di Valenzano.

Tantissime già le donazioni per aiutare a riacquistare il mezzo. 

"Non possiamo gettare la spugna proprio ora! Non possiamo arrenderci, se lo facessimo verrebbe meno il nostro sogno di legalità. Vogliamo ripartire per noi, per la nostra comunità che aspetta di vedere rifiorire questi terreni confiscati alla mafia", dice il responsabile della cooperativa, Angelo Santoro.

Per questo chiunque voglia sostenere la causa può fare una donazione attraverso questo link.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiutaci a ripartire, ci serve un nuovo trattore", dopo il furto l'appello della cooperativa 'Semi di vita': parte la raccolta fondi

BariToday è in caricamento