Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport

Bari, conosciamo Simon. Rivas resta fino a fine stagione?

Ieri si è ufficialmente presentato in conferenza stampa l'ultimo acquisto dei biancorossi, il centrocampista ungherese Adam Simon. Nel frattempo Rivas, corteggiato da quattro club, potrebbe restare fino a fine stagione

L'ungherese Adam Simon (fonte As Bari.it)

Da ieri è ufficialmente iniziata l'era Simon al Bari: il centrocampista ungherese, prelevato dal Palermo con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà e contro-riscatto a favore dei rosanero, si è presentato in una conferenza stampa tenutasi al San Nicola. Queste le prime parole del 21enne centrocampista magiaro in maglia biancorossa: "Questa per me è una chance importante. Voglio giocare e fare esperienza nel calcio italiano visto che lo conosco poco. Ho sentito Koman e Gosztony, che hanno giocato qui qualche stagione fa, e mi hanno parlato benissimo della città e dei tifosi biancorossi. Sono pronto per giocare e per far bene con questa maglia, anche se il mio obiettivo è quello di giocare bene per riconquistare i rosanero e tornare a giocare in A col Palermo".

Ma chi è calcisticamente Adam Simon? Classe 1990, alto poco meno di 180 cm per 78 kg di peso, Simon è un mediano in grado di giocare anche come interno di centrocampo e, in caso di necessità, pure come terzino destro. Fa della quantità più che della qualità il suo punto di forza anche se in rete è conosciuto dai più per un super gol siglato con la maglia dell'Haladas, squadra del suo paese nella quale ha iniziato la carriera da professionista. Tanto per fare un paragone: una rete simile a quella di Matias Almeyda in un famoso Parma-Lazio della stagione 1999-2000. Proprio come l'ex argentino biancoceleste, anche Simon è il classico mediano di rottura e i numeri lo dimostrano: il giocatore magiaro, in 77 partite giocate fra Haladas e nazionali giovanili, ha collezionato solo tre reti. Nonostante la sua ridotta esperienza, Simon può già vantare un riconoscimento nel suo 'curriculum': il centrocampista, infatti, ha vinto nel 2009 la medaglia di bronzo con la sua nazionale U20 nel mondiale di categoria disputato in Egitto giocando tutti i sei match della sua rappresentativa e battendo, fra le altre, anche l'Italia in semifinale. Con la maglia del Palermo non ha mai visto il campo, se si eccettua una presenza nel campionato primavera. Al San Nicola avrà probabilmente modo per dimostrare il suo valore.

Nel frattempo, arrivato Simon, per il Bari c'è assoluta necessità di fare cassa. I papabili per una prossima cessione sono Salvatore Masiello e Rivas. Ma se per il primo sembra essere vicina una risoluzione del contratto che permetterebbe al giocatore di approdare al Torino di Ventura e al Bari di risparmiare sul pesante ingaggio dell'esterno mancino, diverso il discorso per il giocatore argentino. Rivas, che ha il contratto in scadenza a giugno, ha molto mercato: a lui, infatti, sono interessate Independiente, Nocerina, Juve Stabia e una società di Ligue 2 francese non meglio identificata. Ciò nonostante, la cessione dell'esterno sudamericano è tutto fuorchè scontata: Rivas, infatti, ha fatto sapere che non gradisce l'Independiente e ha preso tempo con la Nocerina e la Juve Stabia. Il tutto per un solo motivo: il giocatore sta aspettando il Torino e Giampiero Ventura. Come confermato dall'agente del giocatore nativo di Quilmes, infatti, il sogno di Rivas è quello di ricongiungersi con il tecnico granata. Da qui i tentennamenti del giocatore visto che ad inizio sessione invernale si era vociferato di un possibile interessamento della società piemontese, interessamento che oggi sembra però essere svanito. Per tale motivo, quindi, non è da escludere che Rivas resti a Bari fino alla scadenza del suo contratto anche se la Juve Stabia pare stia facendo l'impossibile per portarlo in Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, conosciamo Simon. Rivas resta fino a fine stagione?

BariToday è in caricamento