Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

As Bari, il club lascia la sede al San Nicola: gli uffici trasferiti a Japigia

L'annuncio di Antonio Matarrese durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico Roberto Alberti: "Scelta dettata da motivi di economicità". "Il Bari? E' ancora in vendita"

Dopo 23 anni il Bari lascia la sede allo stadio San Nicola. La decisione, dettata da "motivi di economicità", è stata annunciata da Antonio Matarrese oggi, durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico Roberto Alberti. Matarrese ha spiegato che gli uffici verranno trasferiti a Japigia, in un edificio di proprietà della società. "Eravamo qui dal 1990 - ha detto - ma per motivi di economicità abbiamo deciso di lasciare questi locali, continueremo a giocare in questo stadio. Andremo in una sede di nostra proprietà in via Caduti di tutte le guerre, dove ci sarà anche una ampia sala per le conferenze".

Questa mattina intanto il nuovo tecnico biancorosso, Roberto Alberti, si è presentato alla stampa: "Il nostro obiettivo è mantenere la categoria e poi valutare come competere con le altre squadre", ha detto Alberti. L'allenatore sarà affiancato da sarà affiancato da Nunzio Zavettieri e Giovanni Loseto. "Il mio compito sarà coordinare un gruppo di lavoro - ha spiegato Alberti - nel quale Zavettieri si occuperà del modulo e Loseto curerà la preparazione tattica individuale. Abbiamo grande voglia di iniziare e proseguire il percorso degli ultimi due anni, con la linea della disponibilità e dell'orgoglio di appartenenza ad una maglia che ha una storia. Il modello che mi piace è l'orchestra che ha un direttore ma valorizza anche i singoli musicisti".

Matarrese ha confermato che ''il Bari è in vendita a chi ha competenze e risorse economiche. Al momento non c'è nessuno e speriamo venga qualcuno. Quando arriverà un nuovo acquirente, dovrà stare con me ed essere accompagnato per un periodo di cogestione, fondato su un rapporto di fiducia''. Sulla passata trattativa con Paolo Montemurro, Matarrese ha aggiunto che si è sentito con lui ''dopo la rottura dei vetri alla nostra azienda. Ha espresso solidarietà e ci eravamo lasciati con un impegno a rasserenare gli animi. Poi ho visto che è andato in tv e ad una riunione del 'Comitato per la rinascita': ogni contrattazione è chiusa perché è venuta meno la fiducia''.

Quanto alla querelle per lo stadio San Nicola che vede distanti Comune di Bari e As Bari, Matarrese ha chiosato: ''Dieci giorni fa ho mandato un sms al sindaco Michele Emiliano. Aspetto ancora che fissi un appuntamento. Le dichiarazioni del primo cittadino mi rammaricano''. Francesco Vinella, amministratore unico del Bari, ha poi puntualizzato le prossime scadenze, indicando metà settembre per il pagamento degli stipendi e ha spiegato che si sta valutando ''se aprire o meno la campagna abbonamenti''. L'incertezza è legata al rinnovo o meno della convenzione con il Comune per l'utilizzo dello stadio San Nicola per la prossima stagione: tra le spese che il Bari non può più sostenere ci sono anche quelle per l'elettricità, che ammontano annualmente a 180mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

As Bari, il club lascia la sede al San Nicola: gli uffici trasferiti a Japigia

BariToday è in caricamento