Mercoledì, 4 Agosto 2021
BariToday

Alzheimer, la tragedia di essere soli contro uno tsunami

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Serate di sensibilizzazione, per la XIX giornata mondiale dell'Alzheimer, il 21 e il 22 settembre, al teatro Abeliano, con lo spettacolo "Teatral..mente" organizzato dall'associazione Alzheimer Bari.

I numeri sono quelli di una guerra: oltre 35 milioni di malati in tutto il mondo con la previsione di un raddoppio nei prossimi 20 anni , oltre 65 milioni di malati (rapporto 2011 ADI, Alzheimer Disease International). In Puglia nel 2010 sono stati registrati circa 45mila casi, di cui 8mila in provincia di Bari e circa 2mila nel solo capoluogo.

L'Alzheimer, forma di demenza, rappresenta una delle più significative crisi socio.sanitarie del XXI secolo che, tuttavia, potrebbe essere controllata attraverso la messa in atto di interventi e strategie di cura precoci. La malattia peraltro ha effetti devastanti non solo per chi ne è colpito, ma anche per la famiglia che si prende cura del malato. Una malattia che attraversa la mente, privandola della memoria, e l'anima di chi assiste, travolgendo proprio come uno tsunami la vita di intere famiglie che si trovano a dover affrontare impegni di assistenza anche finanziari onerosissimi. E,ciò che è peggio, nella percezione di una solitudine doppiamente dolorosa.

L'Associazione Alzheimer Bari associata alla Federazione Alzheimer Italia nasce nel 2002, su sollecitazione di Ignazio Schino, giornalista e scrittore pugliese che, colpito dal male ne comprese appieno le necessità divulgative. "La famiglia -dice il dr.Pietro Schino, presidente dell'associazione barese- non può essere lasciata sola a gestire i numerosi problemi della vita quotidiana fronteggiando una malattia che, attualmente, si può trattare ma non guarire. Oggi in Italia 8 famiglie su dieci si fanno carico dei costi dell'assistenza, spesso effettuata in casa : i servizi assistenziali e sanitari sono molto scarsi, soprattutto per quanti non possono consentirsi i servizi privati".

La vita media aumenta e con essa parallelamente aumentano le malattie legate all'età avanzata: i familiari che si occupano continuamente del malato, sono destinati ad altrettante patologie da stress. I disturbi tipici del malato di Alzheimer (aggressività, agitazione psico-motoria, vagabondaggio, depressione, apatia, allucinazione, deliri) rappresentano la principale fonte di stress per il "caregiver",cioè il parente che si prende cura del malato comportando così un incremento del carico assistenziale e costituendo una delle principali cause di istituzionalizzazione del malato. "Emerge dunque- aggiunge la d.ssa Katia Pinto,neuropsicologa e vice presidente di Alzheimer Bari- la necessità di individuare modalità specifiche di cura, con un approccio assistenziale adeguato, metodologie valutative efficaci, formazione del personale, collaborazione con le famiglie e utilizzo di ambienti adeguati". In occasione della Giornata Mondiale il prossimo 21 settembre, l'associazione ha organizzato un corso di aggiornamento sulle Malattie Neurovegetative presso il museo diocesano di Trani invitando esperti internazionali ( proff:Marco Trabucchi,Brescia; Amalia Bruni (Lamezia T.); Giulio Lancioni e Giancarlo Logroscino ( Bari). Si terranno, inoltre due serate di beneficenza (21 e 22 settembre, biglietto da 20 euro per una sola serata, da 30 euro per entrambe, prenotazione biglietti telefonando in associazione allo 080/5563647, oppure InFopoint.MeetingPlanner, o ai n°335/446939, 339/3902578) al Nuovo Abeliano di Bari Artisti come Vito Signorile, Nicola Pignataro, Nico Salatino, Uccio De Santis, Dante Marmone, Tiziana Schiavarelli hanno aderito entusiasticamente e gratuitamente ad esibirsi in favore della lotta alla malattia. " Il distacco da quello che il nostro caro era prima è straziante -conclude il dr. Schino- e ci rimangono i ricordi: ecco, il nostro compito è anche di darne stesura per chi sa e chi non sa, ma soprattutto per chi dovrebbe sapere".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alzheimer, la tragedia di essere soli contro uno tsunami

BariToday è in caricamento