Attualità

Amtab apre un negozio online di gadget col suo marchio. Una dipendente posa in foto: "Vi piace la maglietta?"

"Promuove l’immagine dell’azienda - spiega il presidente Vulcano - che si rinnova". Sullo scatto da lui condiviso sui social che ritrae la lavoratrice in posa, ribatte: "Il post non è mio, ho moderato i commenti degli utenti"

L’Amtab apre un negozio virtuale per vendere magliette, borse, cappelli, tazze e altri gadget col suo logo stilizzato. Una nuova iniziativa della municipalizzata dei trasporti di Bari utile a rilanciarne il nome e l’immagine, nelle intenzioni della dirigenza. “Il marchio è stato realizzato da un disegnatore professionista – spiega il presidente Pierluigi Vulcano – che ce l’ha voluto donare. Ci è piaciuto e lo abbiamo registrato. Serve per promuovere l’immagine di un’azienda sempre più moderna, non solo un’azienda che non funziona, per la quale si parla di disservizi, ma che si sta innovando, diventando green. Un’innovazione nelle piccole e grandi cose”.

Vulcano spiega che questa dei prodotti commercializzati a marchio Amtab non è certo tra le principali attività dell’azienda e che non è prevista una campagna promozionale per la vendita dei prodotti sul portale online https://shop.spreadshirt.it/amtab/. Ma il lancio dello shop, del negozio virtuale di Amtab in qualche modo c’è stato con la condivisione su Facebook di un post promozionale da parte dello stesso Vulcano, nel quale compare in una foto una dipendente dell’azienda in posa su un autobus con indosso una t-shirt col nuovo logo Amtab e le parole a corredo: “Bella la maglietta, vero?”. I commenti degli utenti uomini sono più così rivolti all’apprezzamento delle fattezze della donna che al prodotto.

“È un post condiviso dai dipendenti e da me per loro e il loro entusiasmo – spiega Vulcano -, non sono però foto scattate per promuovere il negozio virtuale ma bensì provini di immagini da inserire per presentare il bilancio sociale. La donna ritratta in foto è una commercialista dipendente Amtab ed è anche un’artista che ha una scuola di musica e canto. Si è prestata volentieri per le fotografie. Ci piace lavorare in allegria e armonia ed è giusto assecondare l’entusiasmo dei dipendenti che lavorano alacremente”. Sull’opportunità però di accompagnare l’immagine con una frase che sembra ammiccare, Vulcano precisa: “Non è mia e ho chiesto ai dipendenti di utilizzare un linguaggio sobrio per l’immagine dell’azienda”. La frase resta però condivisa sulla pagina dello stesso Vulcano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amtab apre un negozio online di gadget col suo marchio. Una dipendente posa in foto: "Vi piace la maglietta?"

BariToday è in caricamento