Attualità

I 12 mila metri quadrati di prato e l'allestimento delle giostrine: a fine luglio pronto il Parco nell'ex caserma Rossani

Un nuovo polmone verde finalmente accessibile destinato a migliorare la qualità della vita della comunità a cavallo di tre zone popolose, divise dai binari della ferrovia. A fine anno, invece, ultimato il Polo bibliotecario regionale

“A fine luglio i bambini potranno giocare tra le giostrine i prati dell’area verde dell’ex caserma Rossani”. Ad assicurarlo è l’assessore comunale ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso. I lavori per ridisegnare il nuovo polmone verde di Bari, dopo l’acquisizione della grande zona militare del rione San Pasquale sono arrivati a buon punto e presto una larga parte della superficie sarà fruibile.

“Entro la fine di giugno – ribadisce Galasso - completeremo il prato, che rispetto al progetto originario è notevolmente aumentato. Abbiamo esteso la superficie con questa soluzione, infatti, fino a 12 mila metri quadrati, oltre i 4 mila previsti in un primo tempo. Nella prima decade di luglio allestiremo le giostrine per i bambini e gli arredi per il verde, a cominciare dalle sedute. Entro la fine del mese prossimo tutto sarà completato”. Un nuovo polmone verde finalmente accessibile destinato a migliorare la qualità della vita della comunità a cavallo di tre zone popolose, divise dai binari della ferrovia e contraddistinte soprattutto da cemento: San Pasquale, Murat e Libertà. Il “parco Rossani”, nel cuore della città, avrà anche un campo polifunzionale, lo skate park centrale e i vialetti realizzati con due colorazioni diverse e con un materiale che permette all'acqua di percolare. Il progetto, realizzato dall’architetto Massimiliano Fuksas, tra strutture sportive e parco urbano, prevede un’area complessiva compresa tra le vie De Bellis, Petroni e Benedetto Croce di circa 30 mila metri quadrati.

Sono 192 i nuovi alberi piantata. È prevista anche un’area per i cani. Non solo. perché alla Rossani troverà dimora anche l’accademia di belle arti e il nuovo Polo bibliotecario col trasferimento della Mediateca del Mediterraneo. “I lavori per il completamento del Polo – aggiunge Galasso – termineranno entro novembre, poi servirà un tempo per il trasferimento dei materiali e degli archivi, nonché dell’allestimento. Completate queste procedure avremo finalmente il nuovo Polo bibliotecario regionale finanziato dalla Regione Puglia con 9 milioni 700mila euro”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 12 mila metri quadrati di prato e l'allestimento delle giostrine: a fine luglio pronto il Parco nell'ex caserma Rossani

BariToday è in caricamento