menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos, code e assembramenti per accedere al Poliambulatorio Asl: da lunedì nuove modalità d'ingresso e percorsi rinnovati

Dopo le proteste dei giorni scorsi, a seguito di un sopralluogo, giovedì scorso, da parte del direttore generale Asl Bari, Antonio Sanguedolce, è stata disposta una nuova organizzazione interna

Due percorsi per prelievi ed esami o visite specialistiche, ingressi con triage e doppio termometro digitale, uno sportello dedicato solo alle informazioni e sale di attesa interne a disposizione degli utenti: dopo il caos e i disagi registrati nelle scorse settimane, il Poliambulatorio Asl Bari di via Caduti di via Fani si attrezza per rendere più accessibile l'ingresso ed evitare code e assembramenti sui marciapiedi

A seguito di un sopralluogo, giovedì scorso, da parte del direttore generale Asl Bari, Antonio Sanguedolce, è stata disposta una nuova organizzazione interna che "facilita gli ingressi ed evita soste e assembramenti esterni. Il nostro intento è di rispondere alle esigenze di tutti – spiega – anche per quanti hanno difficoltà a ricorrere ai mezzi telefonici e telematici per mettersi in contatto con la struttura. Per questo abbiamo istituito uno sportello dedicato alla accoglienza e alle informazioni e percorsi differenziati e sicuri per i pazienti”. Si fa largo anche la possibilità di estendere alcuni servizi attualmente disponibili nell'ambulatorio di via Caduti di via Fani anche in altre sedi tra Picone e Carrassi.

Per la sede in centro l'ingresso principale sarà in via Melo con uscita in via Caduti di via Fani, alla presenza di una guardia giurata. Dalle 8 in poi è assicurata la precedenza per chi ha visite, esami o prelievi. Dalle 11, invece, si potrà accedere anche per chi ha bisogno di informazioni o chiarimenti per i quali è stato predisposto un percorso dedicato (anagrafe, esenzioni, difficoltà nelle prenotazioni, etc…) La sosta degli utenti è organizzata nel cortile interno a cui si accede da via Melo. Un percorso è dedicato alle prestazioni ambulatoriali, l’altro ai prelievi. Chi deve eseguire visite ed esami viene inviato dopo la rilevazione della temperatura alle sale di attesa degli ambulatori, secondo e terzo piano. Chi deve fare analisi, viene indirizzato al primo piano nelle sale di attesa. L’ufficio PUA potrà riprendere solo su appuntamento il ricevimento dei pazienti: dovranno entrare uno per volta, con tutti i dispositivi di protezione e il rispetto del distanziamento fisico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento