rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

La Soprintendenza dice sì, prorogati per altri sei mesi gazebo e dehors nella città vecchia

a decisione, con una nota scritta a firma del sovrintendente Canestrini, consentirà ai gestori dei locali di elaborare una proposta di progettazione degli arredi. Decaro: "Serve ulteriore sforzo collettivo

E' stata concessa una proroga di 180 giorni, valida fino al 21 marzo 2020, per continuare a utilizzare le attuali occupazioni di gazebo e dehors della città vecchia. La decisione, con una nota scritta a firma del sovrintendente Francesco Canestrini, consentirà ai gestori dei locali di elaborare una proposta di progettazione unitaria degli arredi, raccomandando che gli esercizi rispettino tutte le regole previste nel Regolamento vigente, rimuovendo tutte le occupazioni accessorie e non previste nelle autorizzazioni. Sospeso, al momento l'obbligo di rimozione notturna degli arredi.

“Ringrazio il soprintendente Canestrini per la sensibilità manifestata sulla vicenda, accogliendo la richiesta di dare un ulteriore periodo di tempo ai nostri commercianti per proporre un progetto comune - commenta il sindaco Antonio Decaro -. Come abbiamo spesso detto, si tratta di una vicenda complessa che richiama sia questioni di carattere urbanistico e architettonico sia questioni di carattere sociale che riguardano la città vecchia e di cui non possiamo non tener conto. Occorre fare uno sforzo collettivo ulteriore per migliorarne il decoro e il rispetto delle norme vigenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Soprintendenza dice sì, prorogati per altri sei mesi gazebo e dehors nella città vecchia

BariToday è in caricamento