menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo trimestre da record per i trapianti in Puglia: ventuno operazioni effettuate al Policlinico di Bari

Gli organi complessivamente donati sono stati 37: 16 reni, 13 fegati, 4 cuori, 2 polmoni e 2 pancreas, alcuni sono stati trapiantati anche fuori regione

E' stato un primo trimestre 2021 da record per le donazioni e i trapianti di organi in Puglia. Da gennaio a gennaio a marzo del 2021, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, sono stati effettuati tre trapianti di cuore, sette di fegato e 12 di rene (di cui due doppi e due da vivente). Dei 22 trapianti effettuati 21 sono stati realizzati dalle equipe specialistiche del Policlinico di Bari.

Complessivamente vi sono state tredici donazioni per trentasette organi prelevati con una riduzione delle opposizioni dal 41% al 33%. “Un ottimo risultato che arriva in un momento in cui la pandemia in tutta Italia sta rendendo molto più complicato il lavoro delle terapie intensive e dei centri trapianto, riducendo i prelievi di organi e anche i trapianti – commenta il coordinatore del centro regionale Trapianti, prof. Loreto Gesualdo in occasione della 24esima Giornata della donazione - eppure al Policlinico di Bari gli specialisti sono riusciti a garantire l’attività trapiantologica. A questo si aggiunge un altro importante risultato: per lavorare in condizioni di maggiore sicurezza abbiamo vaccinato in questi giorni non solo i soggetti trapiantati e quelli in attesa di trapianto, ma anche i donatori per i trapianti da vivente”. 

Gli organi donati sono stati 37: 16 reni, 13 fegati, 4 cuori, 2 polmoni e 2 pancreas, alcuni organi sono stati trapiantati anche fuori regione. A donare gli organi vitali per la prima volta al Policlinico di Bari sono stati anche due pazienti affetti da Covid che purtroppo non ce l’hanno fatta ma che le cui famiglie hanno scelto di donare il fegato regalando nuova vita a pazienti in urgenza Covid positivi o pazienti presenti in lista d’attesa per il trapianto e che sono guariti dal Covid sviluppando gli anticorpi. “In occasione della Giornata della donazione vogliamo lanciare un messaggio di sensibilizzazione, la donazione è una scelta spontanea, consapevole, gratuita che può salvare la vita fino a sette persone bisognose di un trapianto e restituire a molte altre una migliore qualità di vita con la donazione dei tessuti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento