menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sui binari Fse arriva il primo treno elettrico: da settembre circolerà sulla tratta Bari-Putignano

Sulla linea, completamente rinnovata, il convoglio entrerà in funzione con l'inizio dell'orario invernale: si tratta del primo di 18 treni di ultima generazione che gradualmente sostituiranno quelli diesel oggi in circolazione

Entrerà in circolazione a metà settembre, con l'entrata in vigore dell'orario invernale, il primo treno a trazione elettrica di Ferrovie Sud Est. Il convoglio circolerà sulla linea Bari-Putignano (via Casamassima) di recente rinnovata. Presentato questa mattina a Bari dall’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, dal Sindaco di Bari, Antonio Decaro e dall’Amministratore Delegato di Ferrovie del Sud Est Luigi Lenci, il treno fa parte della flotta di 18 convogli di ultima generazione che gradualmente sostituiranno i treni diesel oggi in circolazione portando vantaggi in termini di efficienza, qualità dell’ambiente e comfort di viaggio.

Le caratteristiche del nuovo treno

Lungo 59 metri e composto di 3 moduli, il nuovo treno ETR è in grado di viaggiare a una velocità massima di 120 km orari. Progettato secondo i moderni standard di sicurezza, comfort e accessibilità, conta 175 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilità, 4 spazi portabici, 1 toilette e scaffali per bagagli di grandi dimensioni. Tra i servizi a bordo: display luminosi interni per le informazioni a led, pedane mobili per l’accesso di persone a ridotta mobilità, impianto di videosorveglianza, impianto di climatizzazione e di sonorizzazione. Da metà giugno FSE avvierà le prime corse in preparazione al servizio commerciale.

I lavori sulla Bari-Putignano 

L'arrivo del primo treno elettrico è stato possibile grazie al rinnovo radicale di 48 km di linea (binari, massicciata e traversine) e al ripristino dell’elettrificazione. I cantieri sono durati un anno. In funzione 24 ore su 24, sette giorni su sette – hanno impegnato 75 tecnici tra personale FSE e impresa appaltatrice e 25 mezzi d’opera. Entro il prossimo anno la tratta Bari –Putignano (Via Casamassima) sarà anche attrezzata con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) e saranno completamente automatizzati 17 passaggi a livello. L’upgrade tecnologico consentirà di superare il limite di velocità di 50 km/h riducendo del 40% gli attuali tempi di viaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento