rotate-mobile
Attualità Bari Vecchia / Lungomare Imperatore Augusto

La rivoluzione del lungomare fronte Bari Vecchia: avanti con i lavori in mare, poi il cantiere sul molo Sant'Antonio

Già demolito il vecchio fabbricato che ospitava pescatori e una terrazza panoramica, mentre, condizioni del mare permettendo, si sta intervenendo sui frangiflutti

Un intervento destinato a rivoluzionare completamente uno dei tratti costieri più suggestivi e famosi di Bari: il lungomare Imperatore Augusto, tra Santa Scolastica e il Fortino, nonchè il molo Sant'Antonio e il molo San Nicola, al termine di due cantieri importanti e decisamente lunghi ( si stima in 700 giorni l'intervento complessivo), potranno diventare due fuori all'occhiello del tempo libero e del turismo in città, con aree attrezzate, passerelle, un museo del Mare e nuovi banconi dove degustare pesce e specialità ittiche.

Un intervento da 10 milioni di euro, aggiudicato dalla Rossi Restauri Srl, avviato dall'autunno scorso, che in questi mesi ha visto alcuni progressi. In particolare si sta intervenendo sulla parte principale dell'opera, quella a ridosso della città vecchia. E' stato demolito il vecchio fabbricato che ospitava pescatori e una terrazza panoramica, mentre, condizioni del mare permettendo, si sta intervenendo sui frangiflutti: "I lavori - dice a BariToday l'assessore cittadino alle Opere Pubbliche, Nicola Mele - sono ripartiti dopo alcuni intoppi amministrativi. Si tratta di interventi per integrare il sistema di 'difesa' esistente dinanzi al molo, implementando le barriere". Al termine delle opere, nei prossimi mesi, si potrà procedere con la realizzazione del fabbricato sul molo: "La struttura - aggiunge Mele - vedrà una nuova terrazza panoramica fruibile e attività legate al mare e ai pescatori, oltre a uno spazio espositivo". Quindi, contestualmente, si passerà a realizzare la passerella di legno dove al momento, sul fronte mare di Bari Vecchia, vi è una lunga base di cemento e vi sono grosse pietre anti-onde. Sarà anche realizzata una nuova viabilità pedonale e ciclabile, quest'ultima, al momento, sostanzialmente assente: "Tutti questi lavori dovrebbero concludersi entro il 2025" afferma l'assessore.

La seconda parte dei cantieri, invece, riguarderà il molo San Nicola: lì è prevista la riqualificazione dell'area di N'derr à la lanze e degli stalli dove attualmente i pescatori propongono specialità ittiche e crudo di mare. L'intervento vedrà anche un recupero del giardino Fabrizio De Andrè lì adiacente e una vera e propria pedonalizzazione dell'area. Per quanto riguarda le tempistiche, non si attenderà la conclusione della prima parte delle opere, ma si dovrebbe procedere contestualmente ma per le tempistiche saranno fatte valutazioni nel corso dei prossimi mesi. Un'orizzonte di circa 2 anni, dunque, per vedere un nuovo fronte mare che cambierà radicalmente le abitudini di cittadini e visitatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rivoluzione del lungomare fronte Bari Vecchia: avanti con i lavori in mare, poi il cantiere sul molo Sant'Antonio

BariToday è in caricamento