rotate-mobile
Attualità

Servizio di monopattini in sharing a Bari, dal Comune un nuovo bando: "Fino a 1500 mezzi a disposizione"

L'assessore Galasso: "Proviamo a rafforzare un’esperienza molto positiva, testimoniata dai numeri relativi alla fruizione che vedono Bari tra le prime città italiane, apportando al contempo delle modifiche ritenute utili a sensibilizzare la collettività a un uso corretto dei dispositivi"

Il Comune di Bari ha pubblicato l'avviso pubblico per individuare operatori interessati a svolgere un servizio di monopattini in sharing in città. Il bando prevede una flotta massima di 1.500 unità, con un numero massimo di cinque operatori (il numero totale dei veicoli potrà essere incrementato su richiesta dell’amministrazione comunale qualora pervenga un maggior numero di richieste da parte degli operatori interessati oppure all’esito del monitoraggio dei report data delle attività di sharing già autorizzate).

I soggetti interessati potranno presentare proposte che prevedano una flotta composta da un minimo di 300 fino a un massimo di 500 monopattini, numero quest’ultimo che potrà essere incrementato laddove, all’esito della procedura, la flotta complessiva messa a disposizione dai soggetti ammessi non raggiunga le 1.500 unità.Il servizio dovrà essere disponibile sul territorio secondo lo schema a flusso libero, con distribuzione diffusa dei veicoli sul territorio e un utilizzo secondo la modalità “one way” (il dispositivo può essere lasciato in un punto diverso da quello di prelievo), secondo quanto previsto dal Codice della Strada e dal relativo regolamento di attuazione, nonché dalle ulteriori disposizioni vigenti. Alla luce dei risultati della fase sperimentale, resta confermato il divieto di circolazione dei monopattini su largo Urbano II e via Sparano.

L'attività dovrà essere garantita per 24 mesi e assicurata 24 ore su 24, tutti i giorni all'anno, Tra le varie richieste del comune, anche quella di attivare un servizio gratuito di prenotazione rapida da effettuarsi a ridosso del momento dell’utilizzo del monopattino, nonché la possibilità di utilizzare il mezzo senza alcun limite temporale e di percorrenza;

“Questo nuovo avviso, redatto alla luce della sperimentazione realizzata in questi due anni – commenta l’assessore alla Mobilità Giuseppe Galasso -, intende da un lato ampliare la copertura del servizio sul territorio, privilegiando le offerte che comprendano anche i quartieri più periferici, dall’altro incentivare le buone pratiche di utilizzo dei dispositivi, ad esempio individuando sistemi di premialità rivolti agli utenti che rispettino le regole. In questo modo proviamo a rafforzare un’esperienza molto positiva, testimoniata dai numeri relativi alla fruizione che vedono Bari tra le prime città italiane, apportando al contempo delle modifiche ritenute utili a sensibilizzare la collettività a un uso corretto dei dispositivi, rispettoso dei diritti dei pedoni e delle persone con difficoltà motorie, nonché degli spazi pubblici. Ad oggi, nei due anni di funzionalità del servizio, sono stati percorsi circa 2.300.000 chilometri, per oltre 100.000 utenti iscritti suddivisi sui tre differenti operatori attivi sul territorio cittadini. Sono oltre 1.100.000 i noleggi effettuati per un durata media di circa 10 minuti con una percorrenza media di circa 2 chilometri prevalentemente nella fascia oraria 13-21. Infine, in base ai dati forniti dagli operatori in questo biennio abbiamo evitato l’emissione in atmosfera di oltre 1.800.000 kg di CO2”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio di monopattini in sharing a Bari, dal Comune un nuovo bando: "Fino a 1500 mezzi a disposizione"

BariToday è in caricamento