rotate-mobile
Attualità

Dal Comune di Bari una nuova 'Agenzia sociale per la casa', pubblicato bando: "Riferimento per disagio e povertà"

La nuova struttura avrà l'obiettivo, secondo il Comune, "di intercettare la domanda/bisogno e di fornire una risposta adeguata e integrata, individuando soluzioni abitative e percorsi di inserimento differenziati a seconda dei soggetti con cui entra in contatto"

La Ripartizione comunale Patrimonio del Comune di Bari ha autorizzato, con una determina dirigenziale, la gara per l’affidamento di servizi alla persona e servizi di supporto tecnico-amministrativo e specialistico per l’Agenzia sociale per la Casa del Comune di Bari. Il bando, della durata biennale, sarà finanziato per un importo di circa 781mila euro con i fondi Pon Metro.

La nuova struttura avrà l'obiettivo, secondo il Comune, "di intercettare la domanda/bisogno e di fornire una risposta adeguata e integrata, individuando soluzioni abitative e percorsi di inserimento differenziati a seconda dei soggetti con cui entra in contatto". L'agenzia rappresenterà un "punto di riferimento unico per il disagio e la povertà abitativa in grado di operare in raccordo con gli altri sportelli e/o servizi esistenti evitando così che i soggetti in difficoltà debbano rivolgersi a diversi interlocutori per accedere ai servizi necessari".

“L’Agenzia sociale per la Casa è un progetto cui teniamo particolarmente - commenta l’assessore comunale al Patrimonio Vito Lacoppola - che ci consentirà di mettere a sistema tutte quelle attività che il Comune e i diversi soggetti pubblici e privati impegnati sul fronte delle politiche abitative già portano avanti per contrastare l’emergenza abitativa che, a causa del peggioramento delle condizioni socio-economiche della popolazione dovuto anche all'avvento della pandemia, si è fortemente accentuata. Questo nuovo servizio integrato sarà utile a diversificare l’intervento pubblico sulle politiche dell’abitare sperimentando, ad esempio, nuove forme di housing sociale con il coinvolgimento dei soggetti privati per la definizione di un piano di affitti a canoni calmierati o creando dei fondi di garanzia per le giovani famiglie o per chi ha perso temporaneamente il lavoro e non riesce più a pagare il mutuo. Stimiamo di poter pubblicare il bando entro la fine di quest’anno per avviare concretamente le attività dell’Agenzia nei primi mesi del 2023”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Comune di Bari una nuova 'Agenzia sociale per la casa', pubblicato bando: "Riferimento per disagio e povertà"

BariToday è in caricamento