rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Murat / Via Roberto da Bari

I commercianti di via Roberto da Bari scrivono a Decaro: "Pedonalizziamo tutta la strada, altrimenti non ce la facciamo"

Sono una quindicina gli esercenti firmatari della lettera rivolta al sindaco per chiedere di chiudere al traffico l'intera arteria: "Era nei progetti e bisogna avere il coraggio di farlo"

Una lettera rivolta al sindaco Antonio Decaro con firme e timbri di una quindicina di titolari tra bar, ristoranti, gelaterie e un’oreficeria. Gli esercenti di via Roberto da Bari si sono riuniti in un comitato e chiedono la pedonalizzazione dell’intera strada del centro cittadino. Lo fanno perché è quello il vecchio progetto del Comune, finora realizzato solo nei lembi estremi confinanti con via Nicolai e corso Vittorio Emanuele, e perché credono che solo così possano rianimare una strada che altrimenti definiscono morta. A ciò aggiungono considerazioni sulla possibilità di allestire pedane esterne, i cosiddetti parklet, terminata il 30 ottobre scorso.

“Speravamo in una proroga – racconta Roberto Iacobbi, gestore assieme alla moglie del Caffè Mozart – almeno fino a Natale. La struttura ci è costata sui 2 mila euro e gli incassi ci hanno permesso di ammortizzare a malapena le spese. Le chiusure per la pandemia Covid hanno peggiorato la situazione, ma il problema è strutturale. Nei due tratti dove la strada è stata pedonalizzata i locali lavorano e se ne sono aperti altri. Nel resto della via si vive di riflesso. Qui lavoriamo di fatto mezza giornata, solo la mattina, con fitti che superano i 3 mila euro mensili. Così non ce la facciamo”.

I commercianti riunitisi in comitato sono convinti che la pedonalizzazione possa rappresentare una svolta, come per via Argiro, dopo ovviamente via Sparano. “Ci vuole coraggio” recita la lettera.

“Ci siamo confrontati con i residenti – spiega ancora Iacobbi -  e sono per lo più d’accordo. Del resto il valore dei loro immobili decuplicherebbe. È necessario trovare una soluzione, perché così non possiamo andare avanti. I nostri fatturati coprono a malapena le spese. Noi abbiamo preso in gestione il locale da quattro mesi come una coppia di Salerno che ha aperto una gelateria difronte, conoscendo anche il progetto futuro che dovrebbe portare a rendere pedonale la strada”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commercianti di via Roberto da Bari scrivono a Decaro: "Pedonalizziamo tutta la strada, altrimenti non ce la facciamo"

BariToday è in caricamento