rotate-mobile
Cronaca

Sequestrati beni per 1 milione di euro al fratellastro di Antonio Cassano: "Accumulati con attività illecite"

L'inchiesta e i controlli hanno riguardato un periodo compreso tra il 2008 e il 2022 e hanno visto l'analisi di numerosi documenti

La Guardia di Finanza di Bari ha eseguito sequestri di beni per un valore di circa 1 milione di euro riconducibili a Giovanni Cassano, 51enne pregiudicato del capoluogo pugliese, fratellastro del noto ex calciatore della Nazionale, Antonio Cassano.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale barese su richiesta della locale Procura. Il destinatario della misura, spiega la GdF, "sarebbe stato riconosciuto quale soggetto connotato da una pericolosità sociale 'generica' alla luce del suo coinvolgimento" fin "dagli anni novanta", in "molteplici indagini concernenti, in particolare, gravi delitti contro il patrimonio (furto, ricettazione, rapina ed estorsione), commessi con modalità professionali, anche con violenza alla persona e con l’uso di armi". 

L'uomo, anche grazie a "tali condotte", avrebbe goduto di un "tenore di vita sproporzionato rispetto ai redditi leciti dichiarati". Le indagini dei finanzieri hanno riguardato un periodo compreso tra il 2008 e il 2022 e hanno visto l'analisi di numerosi documenti tra cui i contratti di compravendita dei beni e numerosi altri atti pubblici.

Il 51enne, nel periodo in cui si è reso responsabile di vari reati," avrebbe acquisito - spiega la GdF - ingenti disponibilità finanziarie impiegate anche per l’acquisto di immobili e autovetture, ricorrendo all’intestazione ai propri congiunti, al presumibile fine di eludere possibili interventi ablatori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati beni per 1 milione di euro al fratellastro di Antonio Cassano: "Accumulati con attività illecite"

BariToday è in caricamento