Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Poggiofranco / Corso Alcide de Gasperi

Uffici giudiziari nell'ex ospedale Bonomo, Emiliano incontra il ministro Cancellieri

Nelle scorse settimane il sindaco aveva incassato la disponibilità del ministro della Difesa Mauro al riutilizzo della struttura. "Con il via libera dei due Ministeri potremmo ristrutturare il Bonomo nell'arco di un anno e mezzo"

Il sindaco Emiliano a Roma per incontrare il ministro Anna Maria Cancellieri. Al centro della riunione, alla quale ha partecipato anche il direttore generale del Comune Vito Leccese, la proposta di trasferire parte degli uffici giudiziari nell'ex ospedale Bonomo di corso Alcide De Gasperi.

Nelle scorse settimane il primo cittadino ha già incassato la disponibilità del ministro della Difesa Mauro, che si è impegnato a vagliare l'ipotesi di un passaggio della struttura dal Ministero della Difesa al Ministero della Giustizia.

"Abbiamo spiegato al Ministro Cancellieri -  ha detto Emiliano - che in attesa della definizione della procedura di infrazione europea che riguarda la cosiddetta ‘cittadella della giustizia’ non abbiamo alternativa, se vogliamo dare una sede degna agli uffici della Procura della Repubblica, del Gip, della Direzione distrettuale antimafia, del Giudice di Pace, del Tribunale dei Minori, che utilizzare l’ex Ospedale Bonomo. Adesso si tratta di stabilire se questo immobile possa passare direttamente dal Demanio militare in capo al Ministero della Giustizia".

"Se avremo questa disponibilità, e contiamo di averla al più presto, possiamo attendere la soluzione delle querelle - ormai non più solo giudiziaria, ma di infrazione da parto dello Stato delle normative europee sulla concorrenza - senza problemi. Ed è quindi evidente che la soluzione del Bonomo ci consentirebbe di attendere senza affanni. Viceversa saremmo in gravissima difficoltà, perché gli immobili attuali non sono più sufficienti per far fronte alle esigenze della giustizia del distretto di Corte di Appello di Bari".

"Se questa operazione dovesse andare a buon fine, - ha spiegato ancora il sindaco - potremmo ristrutturare il Bonomo nell’arco di un anno e mezzo. Peraltro, essendo già di proprietà pubblica, comunque la ristrutturazione andrebbe a valorizzare il patrimonio comune perché avremmo un immobile, oggi in stato di abbandono, rimesso a nuovo. Laddove dovessimo avere una soluzione diversa per l’edilizia giudiziaria, il Bonomo si potrebbe utilizzare per altri usi pubblici. Il Ministro Cancellieri ha assicurato una pronta decisione richiedendo inoltre la collaborazione del Comune di Bari per un eventuale accordo di programma che consenta la costruzione del nuovo carcere di Bari col minor costo possibile per il pubblico bilancio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uffici giudiziari nell'ex ospedale Bonomo, Emiliano incontra il ministro Cancellieri

BariToday è in caricamento