rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

"Se apriamo falliamo", "Non sta andando tutto bene": a Bari vecchia le divise degli chef appese per protesta

L'iniziativa promossa dallo chef Daniele Caldarulo per richiamare l'attenzione sulle difficoltà attraversate dal settore della ristorazione. Tra perdite già subite e prospettive di una riapertura che rischia di avere costi insostenibili

Le divise di chef e operatori della ristorazione appese per protesta nel cuore di Bari vecchia, per dire che no, "non sta andando tutto bene".

E' l'iniziativa lanciata dallo chef Daniele Caldarulo, titolare di un ristorante in piazza del Mercantile, sposata da altri ristoratori della città vecchia. Un gesto simbolico, per richiamare l'attenzione sulle difficoltà attraversate dal settore della ristorazione, tra i pesanti contraccolpi economici del lockdown e l'incertezza per la 'fase 2', che - come emerso anche da una recente indagine condotta dal consorzio 'La Puglia è servita' - rischia di avere costi insostenibili per moltissime imprese.

(foto Fb Daniele Caldarulo consulting)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se apriamo falliamo", "Non sta andando tutto bene": a Bari vecchia le divise degli chef appese per protesta

BariToday è in caricamento