Economia

Bridgestone, siglato il contratto con Invitalia. In arrivo 41 milioni per lo stabilimento di Modugno

L'intesa rientra nell'accordo per la riconversione della fabbrica raggiunto lo scorso 30 settembre al MISE. I finanziamenti verranno utilizzati per l'acquisto di nuove attrezzature

La protesta degli operai Bridgestone a Roma

41,3 milioni di euro per il rilancio dello stabilimento Brigestone di Modugno. Il Contratto di Sviluppo tra l'azienda e Invitalia è stato siglato ieri a Roma e dà seguito agli accordi raggiunti il 30 settembre scorso al Ministero dello Svliuppo Economico, al termine di una lunga trattativa avviata per scongiurare la chiusura della fabbrica barese.

A marzo 2013, infatti, il gruppo giapponese leader mondiale nel settore degli pneumatici per automobili annunciò la chiusura dello stabilimento barese. La mobilitazione contro la decisione della multinazionale fu immediata, non solo da parte dei lavoratori ma anche da parte delle istituzioni come Regione e Comune, che arrivarono anche a lanciare una campagna di boicottaggio contro la multinazionale. Dopo mesi di trattative, a settembre 2013 si è giunti all'accordo per la riconversione del sito industriale alla produzione di pneumautici general use, con l'obiettivo di produrne 3,5 milioni entro la fine del 2016. L'accordo ha previsto anche la riduzione del personale di circa 377 unità, attraverso gli incentivi dell'azienda alla mobilità volontaria. Attualmente, i lavoratori impiegati nello stabilimento sono circa 800.

Dei 41,3 milioni previsti nell'accordo siglato ieri, 12,4 saranno finanziamenti a fondo perduto per modernizzare la fabbrica. Gli investimenti serviranno all'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per 38,6 milioni e a lavori di adeguamento e ampliamento di fabbricati e capannoni per 2,6 milioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bridgestone, siglato il contratto con Invitalia. In arrivo 41 milioni per lo stabilimento di Modugno

BariToday è in caricamento