Reddito di Cittadinanza, in Fiera gli incontri informativi per i primi 500 beneficiari: "Risposta da meno della metà"

Si è conclusa questa mattina la tre giorni di seminari organizzati dall'Agenzia regionale per le Politiche attive del lavoro su richiesta dell'Anpal. "Oggi sono presenti una ventina di persone" spiega Massimo Cassano, commissario Arpal

Il reddito di cittadinanza sta venendo erogato, ma non tutti stanno seguendo alla lettera le indicazioni date dal Governo. Tra gli obblighi da assolvere per ottenere il sussidio, infatti, è prevista anche la partecipazioni ad incontri informativi e orientativi per l'ingresso nel mondo del lavoro, in vista di un reinserimento di chi attualmente percepisce il contributo.

Gli incontri in Fiera

Ed è per questo che nei capoluoghi pugliesi l'Arpal Puglia - Agenzia regionale per le Politiche attive del lavoro ha organizzato in diversi capoluoghi pugliesi alcune giornate informative per spiegare ai beneficiari come si sviluppa il percorso di formazione e reinserimento lavorativo, processo nel quale saranno assistiti dai navigator: sono 248 in Puglia, attivi a partire da metà agosto.

Cassano: "Ne abbiamo convocate 80 oggi, ma si sono presentati in 20"

Questa mattina nella sede dell'Arpal si è tenuto l'ultimo appuntamento della tre giorni di incontri (29 e 31 luglio e 2 agosto), ma la risposta su Bari e provincia non è stata eccellente: dei primi 500 beneficiari su Bari e Provincia che l'Anpal nazionale aveva chiesto di convocare, hanno risposto circa 200 persone. "Solo oggi ne sono presenti una ventina" ricorda in un'intervista a BariToday il commissario dell'Arpal, Massimo Cassano, eppure le lettere di convocazioni per il 2 agosto avevano coinvolto 76 persone, come indicato sul sito dell'Arpal.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Non succederà nulla a chi non ha risposto alla convocazione - aggiunge Cassano - ma farebbe bene a informarsi su quali sono gli obblighi che ha un cittadino che riceve soldi dallo Stato". Le prime richieste sono arrivate quindi soltanto a una minima parte della platea di beneficiari: solo su Bari e provincia sono state oltre 23mila le domande presentate.

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • 5 benefici per chi cammina in riva al mare

  • La Tiella di Patate Riso e Cozze

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Ragazzo di 17 anni trovato morto in casa a Monopoli, decesso per cause naturali. Indaga la Polizia

  • Si staccano pietre da Lama Monachile e finiscono in mare, stop ai bagni accanto alla parete rocciosa

Torna su
BariToday è in caricamento