Eventi

Tutti sotto il manto della Madonna dei Martiri in occasione della 90esima edizione dell’Hoboken Italian Festival

Quasi un secolo di tradizione, la festa della Madonna dei Martiri ad Hoboken nel New Jersey, ha raggiunto il traguardo dei 90anni da Molfetta negli States con la partecipazione del Vescovo, dei Carabinieri e di molti fedeli.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La chiesa di St. Francis stracolma, la processione, lunghissima, la scorta della polizia di Hoboken, la bandiera americana, quella italiana e quella di Molfetta insieme. E poi le lacrime di gioia, la fede, la devozione. Tutti sotto il manto della Madonna dei Martiri ad Hoboken in occasione della 90esima edizione dell'Hoboken Italian Festival. Che quest'anno, ha visto anche la partecipazione di monsignor Domenico Cornacchia, vescovo della Diocesi di Molfetta e di una numerosa delegazione di molfettesi, sacerdoti, rappresentanti dell'Arma dei carabinieri, imprenditori. Una festa nella festa.

I remi "speciali", quelli che, partiti da Molfetta, hanno sorvolato l'oceano, prima di arrivare nel New Jersey, hanno accompagnato tutta la processione della Madonna dei Martiri. Sempre un passo avanti, ad aprirgli la strada. Lungo tutto il percorso sono stati trasportati dai vogatori della Lega navale di Molfetta, anche loro giunti apposta dall'Italia, ma anche dai nipoti e dai figli di molfettesi emigrati anni addietro.

All'uscita della Madonna dalla Chiesa di St Francis è stato simulato il battito dei remi sulla porta, così come accade a Molfetta, sul portale della Basilica dedicata alla Madonna. Poi i remi si sono prima incrociati e poi aperti e la Madonna ha iniziato la sua processione prima di raggiungere il fiume Hudson per imbarcarsi per raggiungere la statua della Libertà, Ground Zero sotto la Freedom Tower. Tutto in un crescendo di emozioni.

E' lì che il Vescovo di Molfetta ha ricordato con una preghiera le vittime della tragedia dell'11 settembre, insieme con i Presidenti dell'Hoboken Italian Festival Antonio Albanese e Paolo de Sario hanno lanciato rose in mare.

Quest'anno la Madonna è rimasta, nel Frank Sinatra Park, per tutta la notte, sotto le luminarie che l'anno scorso, su iniziativa di Oll Muvi ( quelli di I Love Molfetta) e di Roberto Pansini, sono state donate alla Società Madonna dei Martiri di Hoboken, con il progetto "Illuminiamo la tradizione".

Proprio Pansini, che buona parte ha anche nell'arrivo dei remi ad Hoboken, è stato insignito del titolo di membro onorario della Società della Madonna dei Martiri di Hoboken. D'altra parte il progetto "Illuminiamo la tradizione" ( We Light the Tradition ) è anche il nome del film documentario, realizzato nell'ambito dello stesso progetto, che sarà proiettato in prima visione internazionale il 23 settembre prossimo nel corso del "Golden Door Film Festival" in Jersey City (https://goldendoorfilmfestival.org) nel New Jersey.

Il direttivo della Società della Madonna dei Martiri, dal palco, in Frank Sinistra Park, ha consegnateo targhe alla Lega Navale di Molfetta, che ha realizzato i remi, e alla famiglia Bufi che l'ha rappresentata ad Hoboken, un riconoscimento c'e stato anche per Frank Tattoli che con il suo impegno coinvolge costantemente il gruppo dei giovani di San Corrado.

Assente, ma solo fisicamente, monsignor Giuseppe de Candia, che è stato nominato presidente onorario dal direttivo della Società della Madonna dei Martiri. La fascia è stata consegnata al Vescovo che provvederà a farla indossare a Don Giuseppe, presente ad Hoboken anche con un messaggio letto da Don Ignazio Pansini, anche lui giunto dall'Italia.

L'ultimo giorno di festa si è chiuso, come di consueto con la Messa celebrata all'aperto, nel Frank Sinatra park, dal Vescovo con tutti i sacerdoti arrivati da Molfetta, insieme a quelli di Hoboken, e la partecipazione di italiani, moltissimi i molfettesi, e tanti americani curiosi. E la processione di rientro in chiesa della Madonna.

Sua Eccellenza, monsignor ha ringraziato tutti i molfettesi emigrati per l'accoglienza, in primis la Società della Madonna dei Martiri. Ha poi rinnovato ai presenti i saluti da parte di Mons. Giuseppe de Candia, che per motivi di salute non ha potuto lasciare Molfetta, un ringraziamento particolare alla famiglia Bufi che rappresenta la Lega Navale e per tutta la processione ha portato i remi, ha salutato i carabinieri arrivati da Molfetta, un ringraziamento particolare al "demiurgo", lo ha definito proprio così, Roberto Pansini per il suo impegno.

Nel corso della mattinata c'è stato anche un collegamento in diretta skype con la Regione Puglia, ufficio Pugliesi nel Mondo, che si trova nella fiera del levante a Bari. Ora il pensiero e il cuore sono alla prossima edizione dell'Hoboken Italian Festival.

Quì di seguito un video documentario del 2010 realizzato dall'Associazione Oll Muvi, quelli di I Love Molfetta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti sotto il manto della Madonna dei Martiri in occasione della 90esima edizione dell’Hoboken Italian Festival

BariToday è in caricamento