rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Eventi

Una “No(t)te di sole. Aspettando San Cataldo”

Ad Agosto, dal 14 al 20, torna sulla Murgia la III Edizione del Festival Gastronomico che celebra le eccellenze di Puglia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Dal tramonto all’alba, seguendo il cammino del sole: dal 18 al 20 agosto sulla Murgia torna la bellezza della festa di paese, così come vuole la tradizione più autentica. Nella terza edizione di Assaprà – il festival della cultura e dei sapori di Puglia - musica, gusto e folklore saranno sempre più protagonisti del territorio. Una “No(t)te di sole". Aspettando San Cataldo”, il connubio perfetto tra la campagna di Masseria Cimadomo e Masseria Torre di Nebbia - a due passi da Castel del Monte - e la città di Corato alle prese con la festa patronale. Al tramonto del 18 agosto “sottolineato” dalle note dell’arpa, seguirà il concerto della Municipale Balcanica. La jam session notturna, insieme a tutte le altre attività pensate per grandi e piccini, condurrà fino alla più ambiziosa delle novità: il “Concerto all’alba”. La voce del tenore Aldo Caputo, direttore artistico di Assaprà, risuonerà sulla Murgia insieme alle note della Grande Orchestra "Ligonzo" di Conversano: a fare da sfondo, oltre alla irrinunciabile cassa armonica, ci sarà il sole che sorge. Chi vorrà, gratuitamente, potrà dormire in masseria: in tenda, sotto le stelle, o nelle antiche stalle rimesse a nuovo dalla famiglia Cimadomo. “La piazzetta del gusto”, grazie all’attenta selezione compiuta da Savino Di Bartolomeo, offrirà a tutti la possibilità di compiere un viaggio tra le eccellenze del territorio. Oltre alla materia prima, a chilometro zero saranno anche gli chef: arriveranno dalle migliori masserie e dai più noti agriturismi della zona. Grazie ai bar convenzionati, il festival sarà in paese: dal 14 al 20 agosto “le vele” di Assaprà indicheranno i luoghi in cui poter gustare la colazione e l’aperitivo “della Murgia”. Le innumerevoli collaborazioni messe in atto per questa edizione di Assaprà daranno alla manifestazione un respiro molto ampio. L’obiettivo resta quello di far arrivare nella nostra terra un flusso costante di turisti che impari ad amarla per la sua cultura più autentica, così come vuole la filosofia dell'associazione che ha ideato Assaprà nel 2015, l’Italian Think Tank, l’Itt presieduta da Vito Cannillo. Per la prima volta è stata costruita una rete – in continua evoluzione e sempre aperta a ulteriori collaborazioni – in cui operano le strutture ricettive della città e le agenzie di viaggio. Come negli anni passati si prevedono presenze di pubblico dall'Italia e dall'estero: le passate edizioni hanno accolto oltre 2mila persone, con turisti provenienti anche da Israele, Francia e Usa. La manifestazione sarà pronta ad accogliere intere famiglie. Grazie alla collaborazione con l’associazione culturale “Lo Scrigno delle donne” e il “Presidio del libro” di Corato è nato “Assaprà per i bimbi”: un intero programma dedicato ai più piccoli, per far gustare loro il contatto con la natura e gli animali. Il festival è inserito nel Cartellone ufficiale dell'Estate Coratina, gode di importanti patrocini (Comune di Corato, Parco Nazionale dell'Alta Murgia, Confcommercio, Legambiente) e del sostegno di prestigiosi partner del mondo imprenditoriale. Sul sito web del festival, www.assapra.com, il programma completo della manifestazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una “No(t)te di sole. Aspettando San Cataldo”

BariToday è in caricamento