Sabato, 24 Luglio 2021
Comunali Bari 2014

Comunali, vertice Pd per decidere su Decaro candidato sindaco

In settimana incontro nel Partito democratico per discutere dei passi da compiere in vista delle amministrative. Primarie? si va verso il no

Si dovrebbe svolgere all’inizio della prossima settimana il vertice interno al Pd barese per decidere che strategia utilizzare in vista delle prossime elezioni amministrative. Antonio Decaro, su cui stava convergendo anche il parere favorevole di  SeL, ha deciso di rimettere nelle mani del partito ogni possibile decisione.

Un fulmine a ciel sereno si è infatti abbattuto in quel di via Re David: tutti si aspettavano di conoscere nel mese di ottobre la sentenza a carico di Decaro, indagato dalla Procura di Bari nell’ambito di una inchiesta sugli illeciti nel mondo della sanità pugliese. In particolare l’attuale deputato barese è accusato di abuso d’ufficio per aver cercato di raccomandare presso l'allora assessore Alberto Tedesco un proprio parente impegnato in un concorso indetto dall'Arpa (concorso che il parente in questione non vinse, ndr)

Decaro ha chiesto il rito abbreviato per accelerare l’iter. Ma in settimana è giunta la notizia che  il procedimento dovrà essere assegnato ad un nuovo giudice, a causa del mancato rinnovo dell'applicazione del gup di Bari Marco Galesi, davanti al quale il processo si era celebrato fino a questo momento. Se tutto dovesse procedere per il meglio, la sentenza arriverà' tra dicembre e gennaio.

E così, nei prossimi giorni, anche alla presenza de sindaco Michele Emiliano, la segreteria cittadina di Pd  si convocherà per discutere il da farsi: candidare Decaro e affrontare la possibilità che una sentenza di condanna possa inficiare la campagna elettorale o dirottare su altro candidato? L’ipotesi delle primarie sembra tramontare, anche perché Pd e SeL non vorrebbero trovarsi nell’imbarazzo di dover respingere la partecipazione di soggetti esterni. E’ il caso del pm Desiree Digeronimo che non ha ancora sciolto la riserva, ma che sarebbe sostenuta dal partito Realtà Italia di Giacomo Oliveri, presidente della Multiservizi e vicino anche all’attuale sindaco di Bari.

Rimane alla finestra Pietro Petruzzelli, il primo candidato del Pd che da mesi sta chiedendo una data per celebrare le primarie. Il suo tour nei quartieri baresi continua e di certo il consigliere comunale non ha intenzione di abbandonare la sfida anche in ragione dell’entusiasmo che circonda il suo entourage. La prossima settimana verrà presentato ‘Manifesto per Bari’, il programma realizzato da un insieme di persone riunite dal sociologo Leo Palmisano. L’idea è quella di una lista civica che possa, “da sinistra”, rappresentare un pungolo per la programmazione di una nuova stagione amministrativa.

In attesa di comprendere gli sviluppi anche l’assessore comunale all’Urbanistica Elio Sannicandro, che non ha mai nascosto l’ambizione a ricoprire la carica di primo cittadino. Stessa cosa dicasi per Alfonsino Pisicchio, pronto a lanciarsi nella sfida seguendo le orme del fratello Pino nel 2004.

Decaro è di sicuro il candidato che metterebbe d’accordo tutti. La sua esperienza amministrativa è apprezzata anche al di fuori delle mura baresi, anche se non sono pochi quelli che all’interno del Pd storcono il naso in virtù della continuità che la sua candidatura rappresenterebbe con la gestione Emiliano. Di mezzo c’è un congresso regionale, che dovrà eleggere i nuovi vertici del partito. Ma la campagna elettorale incombe e prima di Natale è necessario iniziare ad accendere la macchina organizzativa. La prossima settimana ne sapremo di più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, vertice Pd per decidere su Decaro candidato sindaco

BariToday è in caricamento