Ilva: Messina (Idv),ora forte azione diplomatica con Svizzera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

“Italia dei Valori chiede al governo di avviare una forte azione diplomatica con la Svizzera per ottenere lo sblocco del miliardo e 200 milioni sequestrati alla famiglia Riva dall'autorità italiana per evasione fiscale al fine di reperire le risorse necessarie a terminare le bonifiche ambientali dell'Ilva”.

Lo dice in una nota il segretario nazionale dell'Italia dei Valori Ignazio Messina, secondo il quale “all'Ilva di Taranto esiste realmente il rischio di perdere la sfida per avere la più moderna acciaieria d'Europa”.

“Il percorso che Idv sin dall'inizio ha proposto – ha proseguito - è oggi interrotto con le conseguenti gravi perdite finanziarie pari a circa 40 milioni di euro al mese e con una produzione pari al 50% rispetto alla propria potenzialità. Il governo è intervenuto con determinazione per riparare i danni compiuti dalla famiglia Riva ma quest'industria non può avere i tempi della politica e della burocrazia: deve stare ai tempi del mercato e della competitività internazionale”.

“E' necessario creare in tempi brevissimi la NEWCOO-ILVA – ha concluso Messina - al fine di farvi partecipare sin dall'inizio i protagonisti nazionali e internazionali del settore dell'acciaio per riportare l'Ilva al valore di azienda strategica per la manifattura italiana”.

Torna su
BariToday è in caricamento