Sport

Bari-Cittadella 2-2 | Altalena biancorossa. Pari giusto

Un Bari brillante solo a sprazzi non riesce a portare a casa i tre punti. I biancorossi pareggiano per 2-2 contro il Cittadella dopo essere andati sotto nel primo tempo e in vantaggio nella ripresa. Torrente contestato

Continua il digiuno di vittorie per il Bari: i biancorossi, a secco di tre punti da ormai cinque partite, pareggiano in casa per 2-2 con il Cittadella. Con questo pareggio la compagine di Torrente sale a quota 21, +2 dalla zona playout. Allenatore biancorosso contestato durante il corso del primo tempo.

IL MATCH - Dopo venti minuti di nulla, il primo sussulto arriva al 21': buon cross da sinistra di Rivaldo che trova l'inserimento di Donati il cui colpo di testa, però, è troppo centrale per impensierire Cordaz. Il Cittadella non punge ma il Bari si crea problemi da solo, soprattutto sull'out di destra, come al 33' quando un retropassaggio troppo morbido di Ceppitelli per Lamanna per poco non favorisce Job, stoppato dal numero uno biancorosso. Al primo vero affondo, però, gli ospiti passano: al 38' Polenta dorme su un lancio per Di Roberto che mette in mezzo un pallone sul quale Donati e Ceppitelli pasticciano favorendo Job che da due passi mette in rete il tap-in del vantaggio Cittadella. Tre minuti dopo è il migliore del Bari, Rivas, ad avere la palla del pari: dopo uno scambio stretto al limite, l'argentino si ritrova a tu per tu con Cordaz che si traveste da Superman per mettere in corner il destro a giro dell'ala biancorossa. Il primo tempo si chiude qui.

La ripresa comincia con Bogliacino al posto di Rivaldo ma al 49' è il Cittadella a sfiorare il raddoppio con Bellazzini che di sinistro dal limite sfiora il palo alla sinistra di Lamanna. Sul capovolgimento di fronte, però, il Bari pareggia: Rivas mantiene vivo un pallone sporco in area di rigore con un cross sul quale Cordaz smanaccia male. Sulla palla vagante si avventa Bogliacino che di testa sigla il suo primo gol in biancorosso che vale l'1-1. Al 54' Schiavon sfiora l'eurogol con una bordata su punizione da circa 30 metri che sfiora l'incrocio dei pali. Due minuti dopo è Maah a divorarsi il gol del nuovo vantaggio ospite quando, lanciato in profondità su un contropiede, si trova a tu per tu con Lamanna in posizione centrale ma calcia clamorosamente al lato. La partita scende di tono e per venti minuti non succede praticamente nulla ma al 77' il Bari passa incredibilmente in vantaggio: cross da sinistra di Marotta per Donati che tira trovando la deviazione casuale di un difensore patavino che spiazza Cordaz. 2-1 per i biancorossi e secondo gol in campionato per il capitano dei galletti. Il Cittadella, però, non è morto e all'80' Maah piazza il classico gol dell'ex: imbucata di Di Roberto per il francese che trafigge Lamanna in uscita con un preciso colpo sotto. Nel finale ci prova Stoian con una conclusione troppo centrale ma il punteggio non cambia: Bari e Cittadella impattano per 2-2.

LA SVOLTA DEL MATCH - L'ingresso di Bogliacino al posto di un impalpabile Rivaldo ha dato la scossa ai biancorossi. L'uruguaiano sigla il pareggio, sfiora il raddoppio e si mostra brillante soprattutto in fase offensiva a differenza del paraguaiano, vero handicap nei primi quarantacinque minuti.

DICHIARAZIONI POST-GARA - Si accontenta del pari il tecnico dei biancorossi Vincenzo Torrente. Alla fine della gara, infatti, il tecnico campano, intervistato da Sky, ammette che il pareggio è il risultato più giusto: "Fino al 2-1 è andata bene, poi forse stavamo ancora festeggiando e abbiamo commesso l’ingenuità di subire il gol del pareggio su un contropiede. Con un pò più di attenzione, potevamo anche vincere la partita, anche se il pari è il risultato più giusto. Nel primo tempo abbiamo giocato molto contratti, con tanti errori individuali in fase di manovra, e il Cittadella ha fatto meglio di noi. Nella ripresa l’ingresso di Bogliacino ci ha dato maggiore qualità e abbiamo giocato meglio" L'ex tecnico del Gubbio, poi, si rammarica della cornice in cui giocano i suoi: "Vedere il San Nicola così vuoto fa male, ma dipende anche da noi: in questo momento non ci sono i risultati che tutti si aspettavano, anche se siamo in grande emergenza da un pò di tempo. Perchè Bogliacino dalla panchina? E’ stato un mese e mezzo fuori, si è allenato solo una settimana, quindi l’ho messo dentro quando gli altri erano stanchi e serviva maggiore qualità“.

TABELLINO

BARI(4-3-3) - Lamanna; Ceppitelli, Borghese, Claiton, Polenta; De Falco, Donati, Rivaldo(46'Bogliacino); Galano(65'Stoian), Marotta, Rivas(80'Kopunek). A disposizione: Koprivec, Masi, Sini, Kopunek, Di Noia. Allenatore: Vincenzo Torrente

CITTADELLA(4-2-3-1) - Cordaz; Vitofrancesco, Pellizzer, Martinelli, Marchesan; Busellato, Schiavon; Di Roberto, Bellazzini(68'Di Carmine), Job(83'Gorini); Maah. A disposizione: Pierobon, Borsato, Martignago, Branzani, Carra. Allenatore: Claudio Foscarini.

Arbitro: Gallione di Alessandria

Reti: 38'Job(C), 50'Bogliacino(B), 77'Donati(B), 80'Maah(C)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Borghese(B), Schiavon(C)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Cittadella 2-2 | Altalena biancorossa. Pari giusto

BariToday è in caricamento