rotate-mobile
Calcio

Bari-Cagliari sold out: i bagarini fanno affari d'oro ma chi acquista da loro rischia di non entrare

Sui biglietti per la finale di ritorno dei play-off di Serie B non è possibile il cambio nominativo ma sui social network abbondano i post di affaristi senza scrupoli che rivendono i tagliandi per la gara dell'11 giugno a prezzi gonfiati

La finale di ritorno dei play-off di Serie B tra Bari e Cagliari (11 giugno alle 20:30), al termine della quale verrà sancita la terza e ultima squadra a guadagnare la promozione in Serie A, è un evento da non perdere per moltissimi tifosi biancorossi.

Dall'apertura della vendita il 3 giugno scorso (prelazione agli abbonati e ai possessori di SSC Bari Fan Card che potevano scegliere fra i restanti posti liberi), però, i tagliandi sono andati letteralmente a ruba fino a diventare introvabili nel pomeriggio di lunedì. Nonostante le lunghe code nelle biglietterie e online, in tanti non sono riusciti ad acquistare il proprio biglietto (sono rimaste fuori anche le società affiliate) e in poco tempo sui social network sono fioccate puntuali le lamentele dei tifosi delusi. E non è tutto, perché sui gruppi dei supporter biancorossi hanno denunciato il proliferare di messaggi da parte di persone che offrono biglietti a prezzi maggiorati rispetto a quelli del botteghino.

Effettivamente andando a controllare i dettagli di chi mette in vendita i biglietti per Bari-Cagliari ci si imbatte in profili fake appositamente creati da bagarini, affaristi senza scrupoli che acquistano biglietti in grandi quantità per poi rivenderli con un ricarico significativo che finisce dritto nelle loro tasche. Un fenomeno da sempre tristemente diffuso che riguarda eventi sportivi e dello spettacolo.

Bari-Cagliari i messaggi dei bagarini

Dopo aver ricevuto tante segnalazioni che documentano la situazione anche la SSC Bari si è attivata per mettere in guardia i tifosi ribadendo a gran voce che sui biglietti per la finale di ritorno non è possibile il cambio nominativo. L'acquisto di biglietti in 'secondary ticketing', inoltre, comporta il rischio di non accedere allo stadio in quanto il biglietto permette l'accesso al solo nominativo indicato su di esso.

Il consiglio, non solo del Bari, è quindi di non farsi tradire dalla voglia di esserci a tutti i costi e diffidare da chi specula sulla passione sportiva per meri fini di lucro: oltre a pagare molto di più del costo originale c'è il concreto rischio di non entrare allo stadio non, poiché al controllo del documento d'identità sarà indicato un nome diverso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Cagliari sold out: i bagarini fanno affari d'oro ma chi acquista da loro rischia di non entrare

BariToday è in caricamento