rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Calcio

Coppa Italia | Hellas Verona-Bari 1-4: i galletti sbancano il Bentegodi e volano ai sedicesimi

In svantaggio di un gol per la rete di Lasagna nelle battute iniziali, i biancorossi hanno pareggiato con Folorunsho, dilagando poi con la tripletta dello scatenato Cheddira

Sorprendente vittoria per il Bari nei trentaduesimi di finale di Coppa Italia: in trasferta sul campo dell'Hellas Verona, i biancorossi si sono imposti 1-4 eliminando i gialloblù.

Pur passando in svantaggio dopo un quarto d'ora colpiti da una rete di Kevin Lasagna, gli uomini di Mignani hanno prima trovato il gol del pareggio alla mezz'ora, e poi realizzato la rete del momentaneo 1-2 con Cheddira. Lì è iniziato lo show dell'italo-marocchino (che aveva già propiziato la rete dell'1-1) completato con il calcio di rigore trasformato in avvio di ripresa e il gol del definitivo poker.

I galletti avanzano così ai sedicesimi di finale dove affronteranno la vincente di Salernitana-Parma (in campo stasera alle 21) faendo il pieno di fiducia in vista del debutto nel campionato di Serie B contro il Parma del 12 agosto.

Hellas Verona-Bari: la cronaca

Il primo tentativo della gara è di Lasagna che al 5' va via di fisico a Terranova e prova il tiro, Caprile si fa trovare pronto e respinge. Il pallino del gioco nelle prime battute sembra per la squadra di casa va più volte al tiro e superato il quarto d'ora si porta in vantaggio: Lazovic arriva sul fondo da sinistra mette in mezzo un pallone invitante per la testa di Henry, Caprile riesce ad opporsi in qualche modo al colpo di testa del francese ma sulla corta respinta Lasagna è lesto a ribadire in rete con una conclusione strozzata. Prima sostituzione dell'incontro al 25' quando i veneti perdono Ceccherini, colpito duro da Botta. Il centrale lascia il posto a Magnani. Il primo squillo del Bari arriva al 27' con Botta che riceve il pallone sulla trequarti e si libera al tiro senza però inquadrare lo specchio della porta difesa da Montipò. Il pareggio pugliese si materializza alla mezzora: Cangiano servito al limite dell'area scarica su Cheddira che penetra in area e mette in mezzo un pallone insidioso respinto di piede da Montipò, sul pallone si avventa Folorunsho che di testa fa 1-1. Rinfrancata dal gol del pari, la formazione biancorossa si rende nuovamente pericolosa con una conclusione dalla media distanza di Ricci controllata senza troppi problemi da Montipò. Al 38' è l'Hellas a provarci da fuori con Hongla, Caprile però blocca con sicurezza. In prossimità del 45' il Bari colpisce di nuovo: Maita avvia l'azione, Botta di prima cede a Benedetti, l'ex Samp poi serve Cheddira che si beve Günter con un dribbling secco e scarica in porta un destro rasoterra che non lascia scampo al portiere gialloblù. Durante i minuti di recupero il Verona va vicinissimo al pari: Faraoni di testa fa da sponda per Henry, appostato all'altezza del dischetto, il 9 veronese calcia a botta sicura ma Caprile respinge miracolosamente, poi Lasagna non inquadra la porta sulla successiva ribattuta. Ancora un brivido per Montipò con una frustata di Maita pochi istanti prima di rientrare negli spogliatoi, determinante salvataggio del portiere veronese che consente ai suoi di andare al riposo con una sola rete di svantaggio. 

Cambia ancora Cioffi durante l'intervallo: lascia il campo Magnani che era entrato al posto di Ceccherini, dentro l'argentino Amione. Rientra in campo con intraprendenza il Bari che al 48' va al tiro con Cheddira da posizione defilata, Montipò si rifugia in corner. Pochi istanti più tardi, dall'altra parte, grande opportunità per il Verona con un destro di Faraoni deviato in corner con la punta delle dita da Caprile, altro intervento importante del classe 2001. Il doppio vantaggio per i biancorossi si concretizza al 53' grazie al calcio di rigore trasformato dallo scatenato Cheddira. La massima punizione era stata assegnata in precedenza per una spinta in area di Hongla su Maita. Al 56' nuovamente pericoloso il Verona con un tentativo dalla mezza luna di Henry, Caprile tocca quanto basta per mandare il pallone a sbattere sul palo. Scoccata l'ora di gioco, sostituzioni per entrambi i tecnici: nel Bari entra Bellomo per Cangiano, nel Verona Henry lascia il posto a Piccoli. A 20' dalla fine il Verona resta in 10 per il rosso diretto mostrato a Faraoni a seguito di una sbracciata su Botta. Nonostante l'inferiorità numerica, Cioffi prova il tutto per tutto inserendo Djuric e Barak per Lasagna e Tameze. Nel Bari dentro Gigliotti e Maiello per Di Cesare e Benedetti. La giornata di gloria di Cheddira si completa al 78' con l'11 biancorosso che approfitta di una corta respinta di Montipò sul tiro di Maita, vince l'ennesimo contrasto con Günter e buca Montipò per la terza volta. A pochi minuti dalla fine dentro Bosisio e Mallamo per Maita e l'applauditissimo Cheddira.

Hellas Verona-Bari 1-4: il tabellino

HELLAS VERONA (3-5-2): Montipò; Dawidowicz, Günter, Ceccherini (25' Magnani, 46' Amione); Faraoni, Tameze (71' Barak), Hongla, Ilic, Lazovic; Henry (60' Piccoli), Lasagna (71' Djuric). A disp.: Chiesa, Berardi, Veloso,, Terracciano, Coppola, Retsos, Cortinovis, Kakari. All. Cioffi

BARI (4-3-1-2): Caprile; Pucino, Di Cesare (75' Gigliotti), Terranova, Ricci, Benedetti (75' Maiello), Maita (87' Bosisio), Folorunsho; Botta; Cangiano (60' Bellomo), Cheddira ( (87' Mallamo). A disp.: Frattali, Polverino, Antenucci, D'Errico, Galano, Mazzotta, Dorval. All. Mignani

Arbitro: Baroni di Firenze
Assistenti: Trinchieri - Ceccon
IV: Nicolini
VAR: P. Mazzoleni
AVAR: Muto

Marcatori: 16' Lasagna (H), 30' Folorunsho (B), 44', 53' rig., 78' Cheddira (B)
Note - ammoniti Di Cesare (B), Lazovic (H), Bellomo. Espulso Faraoni (H). Recupero: 3'pt, - st

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia | Hellas Verona-Bari 1-4: i galletti sbancano il Bentegodi e volano ai sedicesimi

BariToday è in caricamento