Dalla promozione della legalità alla lotta al bullismo, con il 5x1000 dei baresi progetti ed eventi itineranti nei Municipi

Bando del Comune per contrastare povertà e devianza minorile: gli eventi si svolgeranno da luglio a novembre in diversi quartieri della città

Dal Comune un bando per partecipare alla realizzazione di interventi a contrasto della povertà per i residenti nel Comune di Bari, finanziati con il contributo del 5x1000 dei cittadini baresi. Le attività riguarderanno benessere e crescita di minori e adulti, in particolare verso quelli a rischio devianza, vulnerabilità e che vivono in contesti  familiari particolarmente svantaggiati. I progetti si svolgeranno da luglio a novembre e serviranno a prevenire forme di disagio come dispersione scolastica e bullismo, a promuovere la legalità e il contrasto alle babygang, ma anche la lotta alle dipendenze e la prevenzione socio sanitaria (disagi alimentari, diffusione malattie sessualmente trasmissibili). Ai bandi potranno partecipare organizzazioni di volontariato, enti di promozione sociale, organizzazioni non lucrative di utilità sociale, enti ecclesiastici cattolici e altri enti di confessioni religiose diverse da quella cattolica residenti nel comune di Bari. I progetti vedranno anche eventi itineranti nei 5 municipi.

 “Siamo particolarmente contenti per la fiducia riposta nei nostri confronti dai cittadini - ha commentato l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - soprattutto perché queste risorse saranno reinvestite a beneficio del territorio attraverso il lavoro di cooperative sociali, del mondo del volontariato e associazioni che lavorano quotidianamente a sostegno delle fasce più fragili della popolazione. Quest’anno abbiamo scelto di promuovere un bando rivolto alle realtà impegnate nel contrasto ai fenomeni di bullismo, alle dipendenze e al disagio sociale del mondo giovanile, temi che nell’ambito dei Piani di zona sono stati segnalati proprio dalle associazioni, parrocchie ed enti ecclesiastici come priorità da affrontare con impegno, anche alla luce dei ripetuti episodi che vedono protagonisti in negativo molti ragazzi. Ringrazio ancora una volta tutti i cittadini che hanno scelto di destinare il 5x1000 alle attività sociali attivate dall’assessorato al Welfare, il che ci consente di figurare tra le amministrazioni comunali che hanno raccolto più fondi e di continuare a portare avanti iniziative concrete in modo più efficace. Molte delle famiglie che hanno partecipato lo scorso anno alle attività realizzate dalla rete del Welfare nelle aree periferiche, hanno deciso di devolvere il 5x1000 in favore dei nostri progetti sociali. Anche per questo auspichiamo di riuscire a coinvolgere un numero ancora maggiore delle 700 persone registrate nell’edizione 2017”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento