"Tenerezza" nel nome di Paola Labriola: inaugurato l'asilo nido intitolato alla psichiatra uccisa

Nel quartiere San Pasquale taglio del nastro, dopo 5 anni di attesa, per la struttura di via Celso Ulpiani destinata ad ospitare 24 bambini. Dodici posti saranno destinati a figli di studenti e dipendenti dell'Università di Bari

"La parola per riassumere la giornata di oggi è tenerezza. Paola era una psichiatra ma anche una mamma, attenta al bisogno degli ultimi, delle famiglie e dei bambini. Sono davvero felice". La tenerezza di un marito, Vito Calabrese e della sua famiglia hanno accompagnato l'attesa inaugurazione dell'asilo nido intitolato a Paola Labriola, la psichiatra barbaramente uccisa a coltellate nel suo ufficio, il 4 settembre del 2013. Cinque anni di attesa per la vera apertura della struttura di via Celso Ulpiani nel quartiere San Pasquale gestita grazie ad un accordo tra Comune ed Università di Bari. Pochi mesi dopo il delitto, infatti, vi fu una prima cerimonia di 'apertura' con tanto di svelamento della targa intitolata alla dottoressa. Poi, lungaggini burocratiche e lavori hanno ritardato notevolmente la vera apertura dell'opera, non senza momenti di rammarico e polemica, superati con il taglio del nastro da parte del sindaco Antonio Decaro e del rettore UniBa Felice Antonio Uricchio assieme all'assessore cittadino all'Istruzione Paola Romano e al marito di Paola: "E' stato un lungo cammino - ha aggiunto Vito Calabrese - per superare tutte le difficoltà burocratiche. Ero indignato dal fatto che venisse associato un luogo abbandonato alla memoria di mia moglie. Grazie all'impegno di tutti siamo giunti al traguardo".

La struttura potrà ospitare 24 bambini di cui 6 della fascia d'età 'piccoli', 10 'medi' e 6 'grandi'. Dodici posti saranno destinati a figli di studenti e dipendenti dell'Università di Bari. L'asilo si compone di stanze colorate, giochi e tavolini, sviluppandosi su due livelli: al piano terra vi è anche una zona con culle per il riposo e un'altra con attrezzature da gioco. Al piano superiore, invece, vi sono altre stanze ricreative, un'altra dotato di lettini, una cucina e una saletta pranzo oltre agli uffici amministrativi.

Decaro: "Paola ha sacrificato la vita per la comunità"

L'edificio è anche circondato da un piccolo giardino dove i bambini potranno giocare: "Si tratta - ha spiegato il sindaco Antonio Decaro - dell'undicesimo asilo pubblico della città, il quarto che inauguriamo in 4 anni dopo San Girolamo, Carbonara e Libertà. E' un modo per sostenere famiglie e giovani coppie. Lo abbiamo intitolato a Paola Labriola, medico ed eroe dei nostri tempi che ha sacrificato la propria vita mentre era al servizio della comunità. Lo dedichiamo a tutte le persone come lei, medici, infermieri e forze dell'ordine che si mettono a disposizione degli altri anche al rischio della propria esistenza". Anche il rettore Uricchio ha voluto ricordare la figura della professionista uccisa: "E' un servizio che mettiamo a disposizione della comunità - ha affermato - con la memoria rivolta a Paola per l'impegno e il sacrificio da lei profuso sul lavoro. Questo asilo avrà una doppia anima universitaria e comunale. E' stato un progetto voluto fortemente e portato a termine". 

Romano: "Giornata simbolica per la città"

"E' una giornata simbolica - ha poi aggiunto l'assessore cittadino all'Istruzione, Paola Romano - . Questo spazio prende vita e nei prossimi giorni ci saranno pianti e sorrisi dei bambini. É un luogo simbolico perché abbiamo bisogno di ricordare e farci domande. E' stato un anno duro fatto di burocrazia. Tutto ha però un senso poi quando apriamo servizi come questi. É un nido speciale. I bambini avranno un testimone importante nella persona a cui è stato dedicato l'asilo. Per loro è importante creare una cassetta degli attrezzi fatta di amore e sicurezza", le stesse qualità che la dottoressa Labriola impiegava giorno dopo giorno nel lavoro come nella vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Marito e moglie affetti da covid morti a distanza di 4 giorni, Bitonto in lutto

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

Torna su
BariToday è in caricamento