rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Casi Covid al Comune, due nella Polizia Locale e sgombero uffici Sua di via Garruba. Cisl:"Ripristinare i tamponi"

A renderlo noto è il sindacato della Funzione pubblica che richiede il ripristino della campagna di monitoraggio. Il segretario Francesco Di Ridolfo: "Col ritorno in presenza i lavoratori sono a rischio"

Almeno due casi accertati tra gli agenti della polizia locale. Lo sgombero e la sanificazione degli uffici comunali del Sua (Stazione unica appaltate) in via Garruba, per la presenza di un altro positivo. Il sindacato della Funzione pubblica Fp Cisl denuncia un ritorno di contagi Covid tra i dipendenti del Comune di Bari e richiede il ripristino della campagna di monitoraggio attraverso i tamponi di fatto sospesa lo scorso maggio. Lo fa attraverso il segretario Francesco Di Ridolfo che spiega come col ritorno dei lavoratori in presenza, il sovraffollamento di alcuni uffici, l’arrivo degli utenti ai quali non può essere richiesto il Green pass, rischia di far correre nuovamente i contagi.

“Purtroppo la frettolosa sospensione della campagna di tamponi da parte del Comune – sottolinea -, l'ultimo utile risale a più di qualche mese fa, non consente di monitorare compiutamente questi fenomeni che, specie dopo la doppia dose di vaccino, si presentano senza una particolare sintomatologia favorendo la diffusione di contagi fra i dipendenti che, spesso ristretti nello stesso veicolo o in ambienti circoscritti, non riescono a mantenere la distanza di sicurezza e finiscono col contagiarsi a vicenda. Contestualmente il rientro massivo in presenza aumenterà nuovamente l'affollamento nei locali, condizione di per sé già rischio, con l'aggravante che le attuali norme obbligano ad accogliere i cittadini utenti senza poter chiedere l'esibizione del Green Pass., e dunque esponendo tutti i lavoratori a rischio epidemico. È il caso di ricordare che il personale del Comune di Bari ha pagato già un alto prezzo in termini di contagiati, ed in un drammatico caso anche di decesso”.

Il caso positivo al Sua non è di un dipendente di quell’ufficio ma di un altro servizio aperto al pubblico. Il dipendente avrebbe avvertito dei lievi sintomi i giorni precedenti e per scrupolo si è sottoposto al tampone, risultato positivo. “È un lavoratore – spiega ancora Di Rodolfo -  che ha a che fare col pubblico ed possibile che sia a causa di questo il contagio. Con la fine del telelavoro gli uffici, già  al limite della sicurezza, rischiano di alimentare i contagi. Si pensi solo all’ufficio edilizia dove con le pratiche del Superbonus ‘è un afflusso incedibile, un via vai continuo di tecnici e ingegneri, ci sono stanze con cinque dipendenti più cinque persone che accolte dall’esterno”.

I casi nella polizia locale sono emersi invece martedì 19 quado un agente è stato costretto alle cure del pronto soccorso per un incidente domestico e, per questo, si è dovuto sottoporre al test. Il giorno seguente anche il suo collega, col quale lavorava in auto, è risultato positivo. “Sappiamo che l’Asl – aggiunge il sindacalista – sta monitorando la situazione. Chiediamo che l'amministrazione riprenda, con ogni possibile urgenza, la campagna di tamponi, rivolti sia al personale in presenza che a quello in servizio esterno. Riteniamo che le lavoratrici e i lavoratori del Comune di Bari meritino, per l'abnegazione dimostrata sin dall'inizio dell'emergenza sanitaria e per gli altri livelli che hanno garantito non solo per i servizi tradizionali ma anche per quelli nuovi sorti in periodo pandemico, come i progetti OpenD e Buoni Spesa, che il Comune si impegni a proteggerli in ogni modo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi Covid al Comune, due nella Polizia Locale e sgombero uffici Sua di via Garruba. Cisl:"Ripristinare i tamponi"

BariToday è in caricamento