rotate-mobile
Attualità

Accoglienza e ascolto, alla Casa delle Culture di Bari uno sportello psicologico per le persone migranti

Curato dalla psicologa Alessandra Caravella, il servizio è attivo tutti i mercoledì dalle ore 9 alle 14: "Parte di un piano che comprende interventi rivolti alla tutela e al sostegno degli adulti e dei minori"

Nel centro polifunzionale Casa delle Culture, a Bari, è attivo uno sportello gratuito di psicologico finalizzato a favorire l’integrazione e l’adattamento delle persone migranti presenti sul territorio cittadino.

Curato dalla psicologa Alessandra Caravella, lo sportello è aperto tutti i mercoledì dalle ore 9 alle 14. L’accesso, gestito attraverso una lista di prenotazione, è destinato agli ospiti di Casa delle Culture nonché a tutte le persone straniere presenti sul territorio dell’area metropolitana di Bari. Il servizio, dunque - spiegano da Palazzo di Città - intende promuovere il benessere psico-sociale, la prevenzione di situazioni a rischio di sviluppo psicopatologico, l’integrazione e l’elaborazione dei vissuti traumatici. Alla base del servizio vi sono le attività di ascolto, attuata mediante il metodo del colloquio clinico psicologico, all’interno di un contesto relazionale non giudicante, di accoglienza e accettazione della persona e dei suoi disagi, che consentono la più ampia analisi delle difficoltà, la considerazione di ulteriori punti di vista e una migliore e più integrata comprensione del proprio vissuto. In considerazione delle varie esigenze espresse, sarà anche possibile richiedere la presenza di un mediatore/interprete.

“Abbiamo avviato un piano integrato che comprende interventi rivolti alla tutela e al sostegno degli adulti e dei minori, italiani e migranti - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - con particolare attenzione alla dimensione psicologica, anche rispetto a situazioni e a vissuti traumatici, come quelli che appartengono ai migranti e alle persone richiedenti asilo. Quasi tutti hanno vissuto, nei loro Paesi d’origine o durante il viaggio verso l’Europa, episodi e violenze che hanno compromesso la loro vita e che rischiano, se non rielaborati, di cronicizzarsi segnando pesantemente il loro futuro. Questo nuovo servizio cercherà di accompagnare gli utenti in un percorso di riemersione dalle tante ferite subite, curandone la sfera emotiva e relazionale”.

Le segnalazioni di accesso relative allo sportello psicologico da parte dei servizi territoriali e delle associazioni possono essere inviate via mail all’indirizzo stella.caravella@gmail.com o telefonando allo 080.6933798.

Lo sportello psicologico si inserisce nell’offerta dei servizi del centro polifunzionale comunale Casa delle Culture dell’assessorato al Welfare, gestito dalla cooperativa sociale Medtraining in ATI con la cooperativa San Giovanni di Dio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza e ascolto, alla Casa delle Culture di Bari uno sportello psicologico per le persone migranti

BariToday è in caricamento