menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nessun pregiudizio per il vaccino russo in Puglia, Lopalco: "Se c'è l'ok di Ema e Aifa, perchè no?"

L'assessore è poi intervenuto sulla questione delle Amministrative 2021: "In estate non ci sarebbero motivi per rinviare le elezioni - dice -. Sinceramente non vedo ostacoli"

"Il problema del vaccino russo" Sputnik V "è tutto autorizzativo. Non ci sono altre preclusioni. Un vaccino per essere usato in un Paese dell'Unione Europea deve avere l'autorizzazione dell'agenzia europea, l'Ema": ad affermarlo è l'assessore regionale alla Salute, Pier Luigi Lopalco, intervistato da AdnKronos Salute. L'epidemiologo non esclude, in caso di approvazione delle agenzie regolatorie, di utilizzare il siero scoperto in Russia e che ha mostrato ottimi risultati per la protezione dal Covid.

 "Le autorità nazionali, l'Aifa per quanto ci riguarda - continua Lopalco - non possono autorizzare autonomamente un vaccino. Se il vaccino russo passa al vaglio Ema non si vede perché non dovrebbe essere usato. Più vaccini abbiamo meglio è", conclude.

"Elezioni amministrative meglio in estate"

L'assessore è poi intervenuto sulla questione delle Amministrative 2021: "In estate non ci sarebbero motivi per rinviare le elezioni - dice -. Sinceramente non vedo ostacoli a una consultazione elettorale condotta nella stagione estiva, quando la circolazione del virus è minore. Certamente la campagna elettorale potrebbe essere un motivo di assembramenti, ma se pensiamo che le elezioni amministrative ce le hanno fatte fare in autunno...", conclude Lopalco.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento