rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

La Puglia pronta alla campagna per la terza dose: agende aperte dal 29 novembre, obiettivo 26mila somministrazioni al giorno

"Non è finita - dice il governatore -. Dobbiamo richiamare le persone che non sono vaccinate a farlo" e "c'è una dose di richiamo che è fondamentale"

Un obiettivo di 25-26mila terze dosi di vaccino anti Covid da somministrare ogni giorno ai pugliesi, con chiamate dirette, prenotazioni (dal 29 novembre), attraverso hub, medici di famiglia, farmacie e centri aziendali: è la strategia presentata questo pomeriggio dal presidente della Regione ed assessore ad Interim alla Sanità, Michele Emiliano, nel corso di una conferenza stampa.

La nuova circolare, spiega il governatore, "potenzia tutti i livelli della campagna attraverso una fortissima sintonia tra Sistema sanitario, Protezione Civile, Scuola, Medici di Famiglia e Forze dell'Ordine. La chiave del successo è la squadra. Le notizie che arrivano dal resto dell'Europa sono pessime. Siamo preoccupati anche se attualmente tutti i parametri sono assolutamente sotto la soglia di rischio. Il vaccino è l'unica arma che possiamo utilizzare e la Puglia deve riprendere la testa delle regioni italiane nel numero di dosi, nella qualità e nell'intensità delle somministrazioni come avvenuto mesi fa". Il presidente chiede anche un'azione più incisiva da parte del governo che, fino ad ora, ha autorizzato la terza dose solo per gli ultra 40enni: "Ho chiamato il generale Figliuolo per dirgli che noi siamo pronti a vaccinare tutti quelli che hanno la scadenza dei termini vaccinali senza limiti di età e gli ho detto che se non ci danno l'ok prenderemo decisioni radicali"

"Non è finita - dice Emiliano -. Dobbiamo richiamare le persone che non sono vaccinate a farlo" e "c'è una dose di richiamo che è fondamentale. In società totalmente aperte, senza lockdown, bastano comunque pochi contagi per far finire le persone in terapia intensiva. È chiaro che non siamo in grado di dire quando le curve si abbasseranno in modo stabile, stiamo assistendo a risalite e discese in funzione del fattore climatico e non sappiamo quanto questo processo durerà - ha aggiunto - Per questo invito i pugliesi che non hanno ancora fatto una dose di farla: è arrivato il momento che se la facciano".

La strategia, illustrata anche dal direttore del Dipartimento Salute della Regione, Vito Montanaro, prevede la riapertura di tutti gli hub vaccinali, circa 50. le prenotazioni potranno avvenire anche tramite il sito la Puglia si vaccina, centri Asl e farmacie. Saranno impiegati anche hub aziendali e vi sarà anche l'impegno di medici di famiglia e pediatri di libera scelta: "Al momento - spiega Montanaro - abbiamo circa 80mila dosi in stock nei magazzini e ne giungeranno altre 300mila, quindi c'è copertura. Fino a che non avremo avviato il percorso di prenotazione dal 29 novembre, che includerà tutti coloro che necessitano di terza dose nel 2022, somministreremo i richiami sia ai prenotati che non. Per recuperare l'arretrato organizzeremo anche degli open day specifici". Da dicembre, inoltre, come ha confermato il responsabile Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale della Regione, Rocco De Franchi, arriveranno, per gli under 50, avvisi che ricorderanno di prenotare la propria terza dose.

Tutti i dettagli a questo link: somministrazione vaccinazione anti SARS-CoV-2 - aggiornamento campagna vaccinale-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Puglia pronta alla campagna per la terza dose: agende aperte dal 29 novembre, obiettivo 26mila somministrazioni al giorno

BariToday è in caricamento