Emergenza Xylella e gelate, i gilet arancioni chiedono chiarimenti sul decreto: "Calato dall'alto"

Il gruppo di attivisti agricoli ha avuto un incontro in Regione: "Bene l'inasprimento delle pene ma non vogliamo che i fondi per il piano possano essere sottratti dai Psr"

"Vogliamo che siamo affidate nuove pratiche agricole. Frantoi e cooperative possono monitorare la situazione. Chiediamo che i 100 milioni non siano presi da Psr ma da altrove, poiché dovranno essere utilizzati per sconfiggere la Xylella". A parlare è Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei Gilet Arancioni, gruppo che da alcune settimane manifesta per chiedere sostegno al'agricoltura pugliese in ginocchio a causa della Xylella e dei mancati sostegni dopo le gelate del 2018: in mattinata gli attivisti hanno incontrato i rappresentanti della Regione per il tavolo di crisi sul settore. Nei prossimi giorni il decreto sarà portato in approvazione nella Conferenza Stato Regioni. Nel provvedimento sono previsti 100 milioni a contrasto della malattia e per risarcire gli agricoltori, dei quali 30 saranno messi a disposizione dalla Regione Puglia e 70 dallo Stato: "Per la prima volta abbiamo visto questo decreto - spiega Spagnoletti Zeuli -. Siamo molto arrabbiati, ci è stato calato dall'alto. Ci sono molti punti che non ci piacciono. I tempi sono strettissimi e in due giorni è difficile fare un lavoro lungo".

Gli agricoltori chiedono che le somme non siano detratte dai Piani di Sviluppo Rurale, per non sottrarre risorse a disposizione dello stesso Psr. Positivo, invece, il giudizio sull'inasprimento delle pene per chi non eradica gli ulivi malati, prevedendo in alcuni casi anche il carcere: "Queste piante - aggiunge Spagnoletti Zeuli - andavano eradicate da tempo, tant'è che da un piccolo territorio del Salento, la Xylella ha raggiunto ormai il Barese". La protesta proseguirà nei prossimi giorni: domani vi sarà un'assemblea nel Consiglio comunale di Andria, quindi il 31 il ministero delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio, sarà presente in Puglia per un assemblea aperta degli olivicoltori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento