Spettacolo acrobatico sul viadotto di Gravina, il Comune smorza le polemiche sui ponteggi: "Nessuna criticità"

Sopralluogo, stamane, di tecnici e funzionari della Soprintendenza dopo la segnalazione del consigliere regionale pentastellato, Mario Conca. L'evento si svolgerà domenica

Dopo le polemiche aperte dal M5S sui ponteggi ancorati alla muratura del ponte Viadotto e della presenza di una 'ruspa' sul pianoro della Madonna della Stella, il Comune di Gravina risponde chiarendo i dettagli delle installazioni, in vista della manifestazione 'Lumina', in programa domenica prossima nella città murgiana, con la presenza del funambolo Andrea Loreni che camminerà su un filo di ferro sospeso dal ponte. L'area è stata interessata, stamane da un sopralluogo di tecnici e funzionari della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Città Metropolitana di Bari, dopo la segnalazione del consigliere regionale pentastellato, Mario Conca.

"Nessuna criticità particolare"

Nel corso delle verifiche, spiega il Comune, "non sono state ravvisate particolari criticità. All’interno del vastione, attraverso una finestrella preesistente, è stato collocato un sostegno in acciaio, senza alcun fissaggio alle pareti, con piastre e contro piastre in legno che garantiscono reversibilità e resilienza dell’intervento. Lungo una delle spallette del Ponte acquedotto sono state installate gabbie di tubolari prive di fissaggio - aggiunge il Comune -, anche in queste caso con piastre e contro piastre in legno a tutela della reversibilità e resilienza dell’intervento, senza alcun pregiudizio per la struttura". Sul pianoro, inoltre, è stato collocato un mezzo meccanico dotato di cingoli per evitare l’effetto scivolamento, assolvente funzione di mero contrappeso e per il quale, nei termini di legge, dovrà essere rilasciato certificato di corretto montaggio".

Il mezzo meccanico sarà 'nascosto'

Le strutture, spiega il Comune, "consentiranno l’attraversamento aereo in sicurezza della Gravina mediante un cavo di acciaio luminoso, sostenuto dal mezzo meccanico (Pianoro Madonna della Stella) e dal punto di ancoraggio all’interno del Bastione, con le strutture tubolari adagiate sulla spalletta del Ponte finalizzate ad evitare oscillazioni, senza dover sopportare alcun peso". Per mitigare l'impatto visivo del mezzo meccanico, Palazzo di Città spiega che gli organizzatori si sono impegnati a trovare una soluzione. Infine, a conclusione della manifestazione le operazioni di smontaggio delle strutture presenti lungo la spalletta del Ponte e di rimozione del mezzo cingolato dal Pianoro avverranno "in modo da preservare i luoghi, in presenza di personale della Soprintendenza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento