Gravina, nell'area archeologica compare una ruspa non autorizzata. L'assessore: "Sarà rimossa"

La segnalazione di un privato cittadino sui social ha scatenato il dibattito per la presenza del mezzo pesante in una zona vincolata. Il consigliere Conca: "Sul Ponte viadotto anche un camion"

Foto di Carlo Centonze

Una ruspa 'parcheggiata' in un'area archeologica vincolata. Un'immagine che stona con la bellezza dell'arroccata Gravina di Puglia e dei tanti monumenti che caratterizzano l'area, dalla chiesa rupestre della Madonna della Stella al Ponte viadotto, risalente al '700. Non il luogo adatto, quindi, per lasciare un mezzo pesante; situazione che non è sfuggita al fotografo Carlo Centonze, che sui social ha denunciato l'accaduto.

Sul ponte e pianoro Madonna della Stella.
E da qui domenica mattina passeranno quasi 1000 atleti provenienti da ogni parte del meridione per il Trail delle 5 querce - VIII^ edizione
NON HO PAROLE.

scrive, citando appunto la competizione podistica in programma  tra i boschi e i resti archeologici gravinese il 16 maggio. A confermare che il mezzo pesante non ha l'autorizzazione per essere parcheggiato in zona, è stato l'assessore comunale al Verde pubblico e ai Parchi, Felice Lafabiana: "Non è stata da noi autorizzata e sarà immediatamente rimossa" il suo commento direttamente sotto le foto della ruspa, già avvolta dai nastri di segnalazione biancorossi.

La denuncia alla Sopritendenza

E non si tratta dell'unica stranezza segnalata in zona: il consigliere regionale pentastellato Mario Conca ha denunciato la presenza di un altro mezzo pesante, un camion, transitare sul Ponte dell'acquedotto, oltre alla presenza di ponteggi ancorati sulla muratura. Quest'ultimo, come ricorda lo stesso consigliere sui social, sarebbe un accorgimento installato per l'impresa del funambolo Andrea Loreni, che domenica camminerà su un filo di ferro sospeso proprio dal Ponte Viadotto.

60497863_10211307263677873_6630446511563997184_o-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allertata la dottoressa Corrente della Soprintendenza - spiega Conca - non ne sapeva nulla, ma spero che qualcuno prenda almeno una scossa.
Dopo il caos mediatico pare stiano per smontare tutto, ma il danno è fatto e probabilmente se ne aggiungeranno altri nelle opere di rimozione. Usassero metodi adeguati alla salvaguardia del patrimonio storico, almeno per una volta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si chiama ''1997 BQ'' ed è il gigantesco asteroide in avvicinamento alla Terra

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

  • 'Assistenti civici' per la fase 2, arriva il bando 60mila volontari: vigileranno su parchi, spiagge e locali

Torna su
BariToday è in caricamento