rotate-mobile
Attualità Carbonara

Colpito da ictus sulla nave da crociera, Franco torna a Carbonara. La famiglia: "Grazie per la solidarietà"

L'uomo, con un volo privato e sotto assistenza medica, dopo oltre quasi due mesi di ricovero a Ibiza, è atterrato nel capoluogo pugliese per poi essere condotto all'ospedale Di Venere

E' tornato ieri pomeriggio a Bari, dopo oltre un mese e mezzo di ricovero in una clinica di Ibiza, in Spagna, Franco Losacco, il 52enne originario di Carbonara che, lo scorso 16 agosto, aveva avuto un ictus mentre era a bordo di una nave da crociera Msc in viaggio tra la Sicilia e le isole Baleari. 

L'uomo, con un volo privato e sotto assistenza medica, è atterrato nel capoluogo pugliese per poi essere ricoverato all'ospedale Di Venere, prima in rianimazione e poi nel reparto di neurologia. Le sue condizioni, spiega la famiglia a BariToday, restano critiche e il 52enne non sarebbe ancora fuori pericolo.

Il ritorno in patria, quantomeno, ha alleviato un po' le difficoltà dei familiari che ora potranno assistere il loro caro nella propria città. Nelle scorse settimane era stata indetta una gara di solidarietà che ha visto coinvolti i commercianti di Carbonara con donazioni e salvadanai installati nei negozi del quartiere: "Volevamo ringraziare tutti - spiega Gianni Losacco, figlio di Franco - per la generosità ricevuta". 

La famiglia chiede chiarezza su quanto accaduto a bordo della nave: l'uomo, in base al loro racconto, sarebbe rimasto 14 ore in infermeria (seppur assistito da un operatore sanitario) prima che la nave arrivasse nel porto di Ibiza e il 52enne fosse condotto in una clinica con un'ambulanza. Un tempo, secondo i familiari, eccessivo e che non avrebbe giovato allo stato di salute di Losacco. E proprio i parenti stretti del 52enne di Carbonara hanno incaricato alcuni legali per far luce sulla vicenda. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito da ictus sulla nave da crociera, Franco torna a Carbonara. La famiglia: "Grazie per la solidarietà"

BariToday è in caricamento