Attualità

I medici di famiglia alla Regione: "Potenziare cure del territorio altrimenti non si potrà riprendere attività ordinaria"

E' quanto afferma Donato Monopoli, segretario Fimmg Puglia, commentando l'esito del Consiglio regionale della federazione dei medici di medicina generale svoltosi lo scorso 4 giugno

"Lo stato di agitazione è tuttora aperto. Se dal confronto con la Regione non ci saranno risposte in merito al necessario potenziamento della medicina generale, mobiliteremo la categoria": è quanto afferma Donato Monopoli, segretario Fimmg Puglia, commentando l'esito del Consiglio regionale della federazione dei medici di medicina generale svoltosi lo scorso 4 giugno.

“La Regione - aggiunge Monopoli - deve dire come intende potenziare la medicina territoriale per riprendere l'attività ordinaria e al contempo svolgere quel ruolo di prevenzione che la medicina generale dovrà avere anche ad emergenza pandemica conclusa. Vogliamo e dobbiamo essere messi in condizioni di poterlo svolgere".

“I risultati sinora raggiunti dall’azione della Medicina Generale - prosegue - nella fase emergenziale sono il frutto di sacrifici sopportati per spirito di servizio alla comunità e senso del dovere, ma certamente non ripetibili nella prospettiva di una fase ordinaria che chiederà alla Medicina Generale ulteriori impegni. - aggiunge Nicola Calabrese, vice segretario regionale - “Non siamo più disposti a lavorare in questo modo: in un contesto di grande disorganizzazione, di incomprensibile competizione da parte delle altre strutture vaccinali e persino di boicottaggio. L'attività ordinaria, che dovrà riprendere, richiede che i medici di famiglia siano messi in grado di lavorare” conclude Monopoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I medici di famiglia alla Regione: "Potenziare cure del territorio altrimenti non si potrà riprendere attività ordinaria"

BariToday è in caricamento