rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Assistenza ad anziani e fragili, il piano del Comune contro le ondate di calore: "Garantito supporto a domicilio e in strada"

L'assessora Bottalico traccia un bilancio degli interventi, effettuati fino allo scorso 24 luglio: richieste in aumento rispetto al 2021. Forniti sostegni psicologici, sanitari ed alimentari. I presidi territoriali che gestiscono le operazioni rimarranno attivi fino al prossimo 15 settembre

"Nonostante l’ondata di caldo che ha investito il nostro Paese, la rete ed il programma promossi dall’assessorato al Welfare continuano ad accompagnare la vita di tanti cittadini e cittadine con azioni sociali, socio-sanitarie e di supporto psicologico a domicilio, in strada e nelle piazze della città": l'assessora al Welfare, Francesca Bottalico, commenta con soddisfazione i dati del  'Piano operativo cittadino a contrasto delle ondate di calore a tutela degli anziani e delle persone fragili': gli interventi analizzati comprendono il periodo fra il 21 giugno ed il 24 luglio e sono stati gestiti attraverso i presidi territoriali che rimarranno attivi fino al 15 settembre.

Il programma 'Serenitanziani' ha consentito di monitorare le condizioni materiali e psicologiche di 869 anziani, mentre 459 sono le persone che si sono rivolte al 'Telefono amico' per ricevere ascolto e sostegno nei momenti di difficoltà, 45 quelle che hanno richiesto interventi di supporto psicologico continuativo. Le attività promosse per sostenere la socializzazione nel tempo libero, invece, hanno coinvolto fin qui un totale di 1.721 utenti.

Dal 21 giugno al 24 luglio, sono state invece 8.768 le prestazioni complessive erogate dal Centro diurno comunale per il contrasto alla povertà estrema 'Area 51', con 4.873 pasti distribuiti, 1.511 accessi per docce e servizi igienici, 491 per deposito bagagli e distribuzione indumenti e 140 interventi di segretariato sociale e orientamento ai servizi disponibili, oltre a 1.753 interventi di altre tipologie.

L'avvio del progetto Sciam, lo Spazio Comune Invecchiamento Attivo Multidimensionale, che mira ad offrire percorsi di prevenzione e di accesso alle cure agli over 65, 77 persone hanno frequentato le giornate di sensibilizzazione e informazione organizzate nella sede di via Calefati, 169 hanno partecipato agli screening sanitari gratuiti su patologie come il diabete, la maculopatia senile, l’Alzheimer, il Parkinson e sui di disturbi dell’udito.

Il Pis, Pronto Intervento Sociale, ha registrato 266 segnalazioni complessive, con 44 interventi in loco, 27 in reperibilità e 151 richieste di accoglienza, effettuando 5 inserimenti nella struttura 'Chill House', 34 nei centri di accoglienza notturna e 9 in comunità protette per minori. Le maggiori criticità hanno riguardato persone senza dimora, migranti, problematiche sanitarie, psichiatriche e minori.

Nel periodo in esame sono stati 16 gli interventi di 'Care for people', l'Unità comunale di strada attiva in orari serali e notturni per intercettare e aiutare le persone più vulnerabili. La rete delle mense diocesane della Caritas si stima abbia distribuito in questo lasso di tempo 7.260 pasti alle persone in difficoltà. Il centro di accoglienza notturna Andromeda per persone senza dimora in situazioni di povertà estrema, emarginazione e isolamento sociale, ha registrato 23 nuovi ingressi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza ad anziani e fragili, il piano del Comune contro le ondate di calore: "Garantito supporto a domicilio e in strada"

BariToday è in caricamento