Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Lopalco propone di allungare l'ordinanza per la didattica digitale: "Prorogarla fino a primavera, rischio varianti alto"

L'assessore regionale intervistato da Radio Capital: "Abbiamo comunque permesso alle famiglie che non possono tenere i bambini a casa di concordare con le scuole didattiche in presenza, per massimo il 50% della classe"

"E' vero che siamo in zona gialla, ma abbiamo segnali preoccupanti di diffusione della variante inglese. Questa variante si diffonde tra giovani e bambini. Il fatto che siamo in fascia gialla perché 2 settimane fa il nostro trend era in diminuzione non vuol dire che dobbiamo stare tranquilli. Per me la didattica a distanza dovrebbe essere prorogata fino all'inizio della primavera": è quanto propone l'assessore pugliese alla Salute, Pier Luigi Lopalco, intervistato da 'The Breakfast Club' su Radio Capital. L'idea, dunque, è quella di allungare l'ordinanza che dispone la didattica digitale a distanza fino al 5 marzo per tutte le scuole della regione.

"Oggi - ha sottolineato - i dati ci dicono che tra i bambini si sta diffondendo il contagio in modo proporzionalmente superiore alle altre fasce d'età. Il virus nelle scuole circola, tanto più in questo periodo. Questo non preoccupa solo noi: non c'è presidente di Regione che non si stia preoccupando per questo. Noi siamo stati forse i più coraggiosi - rimarca Lopalco - sfidando l'ira di qualche famiglia. Sappiamo che imporre la didattica a distanza è un problema per molti genitori, ma qui ci deve aiutare il Governo, di certo non possiamo occuparcene noi con il bilancio regionale. Poi abbiamo comunque permesso alle famiglie che non possono tenere i bambini a casa di concordare con le scuole didattiche in presenza, per massimo il 50% della classe" conclude l'assessore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lopalco propone di allungare l'ordinanza per la didattica digitale: "Prorogarla fino a primavera, rischio varianti alto"

BariToday è in caricamento